Quelli che si fanno chiamare giornalisti..

Comunicato StampaDi seguito un contributo del caro amico e collega Giancarlo Camoirano, che tanto ha fatto per Uniferpi e tanto farà per Ferpi..

Il web si sa ha fatto si che le notizie possano viaggiare in fretta a un costo pari a zero; sono nati cosi blog e siti web di news più o meno tematici..e io vi voglio raccontare la mia storia:

Sono addetto stampa per un’agenzia che cura eventi sportivi e aziende..mando almeno un comunicato al giorno, quando mi va bene, a un database molto ampio che comprende anche siti web che raccolgono news del settore.

Molti di questi, quasi la totalità, pubblica sempre le mie news, magari scrivendo “comunicato stampa” alla fine o all’inizio del testo. Altri invece no..ed è il caso che vi voglio raccontare.

Nel fare la rassegna stampa per un mio cliente mi imbatto nella versione rinnovata di un sito web e trovo i comunicati stampa che mi servono..faccio tasto destro per aprire una nuova scheda su firefox e ta ta ecco il messaggio che viene fuori “Stop copying copyrighted material”! Ovvero Smettila di copiare materiale sotto copyright..apro la scheda e cosa trovo? Il Mio comunicato stampa copiato integralmente ma con la dicitura “Scritto da XXX XXXX”.

Al punto rido per non piangere..vai a copiare il mio comunicato e lo spacci per tuo e dopo metti blocchi per copiare i “tuoi ” articoli, togliendo la funzione del tasto destro? Della serie il bue che dice cornuto all’asino..

Di una cosa mi dispiace ma sono certo..con il web (ma non solo) il giornalismo è diventato veramente un lontano parente di quel che era..ormai basta fare ctrl c e ctrl v per essere un giornalista.

Giancarlo Camoirano

Annunci

Come lo frequenti Mr. Media?

media
fonte img

Difficile seguire tutto ma il web ci dà una mano anche in questo caso per fortuna.

Un esempio: Raiclick mette a disposizione tutte le puntate di Porta a Porta e Ballarò quindi non avete scuse per non essere aggiornati!!!

Il nostro settore (così affascinante) inizia la mattina presto e finisce la sera tardi: non c’è studente di RP o SDC che mi parli del suo “tempo libero”.
Noi non amiamo il tempo libero e per alcuni non esiste questa combinazione di parole nel proprio vocabolario, ognuno di noi vuole il dono dell’ubiquità (Marco, ricordo, l’aveva chiesto per Natale) o una giornata di 48 ore… ci “lamentiamo” ma ci piace così!

Di una cosa però non possiamo fare a meno: aggiornarci e sapere cosa ci sta succedendo tutt’attorno a noi.
Qual è quindi il vostro approccio con i media?
Come riuscite a tenervi aggiornati?

Rompo io il ghiaccio raccontandovi come cerco di stare dietro agli avvenimenti giornalieri.

Continua a leggere

Ebay come il presepe napoletano.

All’inizio era un sito d’aste. Poi si cominciò a considerarlo una piattaforma di social shopping per la sua caratteristica più importante: la possibilità di lasciare un giudizio sugli utenti.

Oggi, arrivato al suo settimo compleanno, Ebay può essere considerato un medium?

Per mezzo di esso la gente comunica idee, condivide preoccupazioni, lancia appelli. Continua a leggere