Trenitalia..quando la crisi è quotidiana

Odio trenitalia, trenitalia fa schifo, vaff.. a Trenitalia, Trenitalia di m..sopprimiamo Trenitalia.. e per concludere il più numeroso, Io odio Trenitalia con 11.482 iscritti.

Facebook e non solo, con i suoi 500 gruppi, da uno spaccato ben evidente di come l’unica società ferroviaria italiana sia ben voluta dai cittadini..

Un’azienda qualsiasi avrebbe già fallito con un servizio offerto pessimo e con costi in costante aumento. Ma Trenitalia no.

Un’azienda seria cercherebbe di formare il personale per gestire i contatti con i propri consumatori..ma Trenitalia no.

Un’azienda seria vorrebbe in caso di disservizi, rimborsare totalmente il cliente..ma Trenitalia no, al massimo ti da un bonus da riutilizzare.. peccato che i 30 minuti limite di ritardo siano conteggiati da quando il treno entra nel territorio della stazione, non quando è completamente fermo.

Un’azienda seria ti è vicina e controlla sia quando i rapporti sono buoni che quando non lo sono, Trenitalia no.. Se il ritardo è elevato, guai a trovare un controllore; le poche volte che sono in orario invece ne trovi anche 3 in mezzora.

Un’azienda seria dice la verità, Trenitalia no.. Continua a leggere

Il people raising “soft” nel web 2.0.

Ormai lo sappiamo bene: il web 2.0 è il web dei contenuti generati dagli utenti, quello di Youtube, di Myspace, di Facebook, dei blog e molto altro. Su internet il diritto di pubblicare informazioni è distribuito “orizzontalmente” a tutti: a chi possiede una rete televisiva come a chi ha soltanto un telecomando; al giornalista come al salumiere. Il navigante 2.0 è UPA (User/Author/Publisher) . Ognuno diventa autore, editore, broadcaster di se stesso; e ha a disposizione dei potentissimi mezzi per promuovere le sue idee.

Continua a leggere