InNovaCamp: Città del Vaticano_sabato 20 ottobre 2012

L’Associazione ItaliaCamp, in collaborazione con la Pontificia Università Lateranense, in considerazione del proprio impegno civico nella ricerca di idee e progetti ad alto contenuto innovativo, organizzano InNovaCamp, ilprimo barcamp (dibattito destrutturato) organizzato presso quella che “a titolo speciale è l’Università del Papa”._Salvezza o dannazione – proposte e soluzioni anticrisi_ è il titolo dell’evento che si terrà *sabato 20 ottobre* a partire dalle ore 8.30, presso l’Ateneo Lateranense e vedrà il coinvolgimento delle più autorevoli realtà nazionali e internazionali afferenti al contesto istituzionale, al mondo imprenditoriale e della ricerca.

InNovaCamp si aprirà con la Lectio Magistralis del sociologo Zygmunt Bauman, quindi i lavori saranno introdotti dai saluti del vescovo Enrico dal Covolo, Rettore della Pontificia Università Lateranense; Gianni Letta, Presidente della Fondazione Civitas Lateranensis; Pier Luigi Celli,Presidente Fondazione ItaliaCamp; Fabrizio Sammarco, Presidente Associazione ItaliaCamp e Antonio Catricalà,Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. Alle ore 10.30 prenderanno il via 4 sessioni di dibattito, nell’ambito delle quali selezionati rappresentanti della società civile avranno 5 minuti di tempo per presentare la propria riflessione e idea sul provocatorio tema “Salvezza o dannazione: proposte e soluzioni anti crisideclinato nei seguenti ambiti: crescita e sviluppo; impresa e lavoro; ambiente ed energia; ricerca, scienza e tecnologia. In considerazione della delicata e intensa fase storica del nostro Paese, InNovaCamp è lanciato quale occasione di confronto per lo studio e proposta di nuovi modelli di sviluppo che sappiano coniugare in modo equilibrato crescita economica e benessere sociale,dunque, modelli idonei a ridurre le forti disuguaglianze sociali ed economiche delle società contemporanee. In tale ottica si intende evidenziare la rilevanza del confronto tra i diversi “credo” culturali, economici, religiosi e politici. In considerazione della tematica affrontata, l’evento valorizzerà le migliori idee che saranno presentate e pubblicate nel primo Rapporto sull’Innovazione Sociale,redatto dal Centro di Ricerca Internazionale per l’Innovazione Sociale “ItaliaCamp”.  

Sessioni InNovaCamp e invitati a intervenire

1)         CRESCITA E SVILUPPO

Forward, to? – Oltre lo spread: Eurozona ed Europa politica

Tematica: Per guardare avanti, oltre i confini europei e lo spread con lo scopo di individuare le possibili scelte economiche di sviluppo per il nostro Paese, per l’Europa nell’equilibrio internazionale.

Key note speakers:Susanna Camusso, CGIL; Federico Eichberg, Ministero dello Sviluppo Economico; Augusto Fantozzi, SISAL; Vito Gamberale, f2i; Cesare Romiti, Aspen; Giovanni Sabatini,ABI.

2)         IMPRESA E LAVORO

San Precario – Quale patto tra generazioni?

Tematica: Per un nuovo patto intergenerazionale che puntando alla tutela delle giovani generazioni riesca a fornire soluzioni concrete al problema occupazionale.

Key note speakers: Domenico Arcuri, Invitalia; Raffaele Bonanni, CISL; Aldo Cazzullo, Corriere della Sera; Carlo Cimbri, Unipol; Ivanhoe Lo Bello,Confindustria; Antonio Mastrapasqua, INPS.

3)         AMBIENTE ED ENERGIA

Greening Generations: Ricerca di nuove energie

Tematica: Una ricerca di nuove energie nella definizione di prospettive green sia per lo sviluppo del territorio che per la realizzazione di infrastrutture del nostro Paese nel cuore dell’Europa.

Key note speakers: Pietro Grasso,procura nazionale antimafia;Maximo Ibarra, Wind; Mauro Moretti,Ferrovie dello Stato; Carlo Rubbia,fisico; Francesco Starace,Enel Green Power.

4)         RICERCA, SCIENZA E TECNOLOGIA

Camp Mentis: Tecnologia & innovazione sociale

Tematica: Per una nuova forma mentis che parta dall’innovazione sociale e che consenta l’applicazione e l’interdisciplinarietà delle nuove tecnologie digitali.

Key note speakers: Roberto Cingolani, Istituto Italiano Tecnologia; Giuseppe De Rita,Censis; Emmanuele Emanuele, Fondazione Roma; Alessandro Laterza,Editore; Luigi Nicolais, CNR; Massimo Sarmi, Poste Italiane.

Per iscriversi a InNovaCamp è sufficiente compilare il modulo al link e per sottoporre un’idea occorre caricarla sul sito entro il 15 ottobre.

Clicca qui per consultare il programma.

 

CONTATTI STAMPA

Gaia Marcorelli                                                                  Massimiliano Padula

Responsabile Ufficio Stampa                                                 Direttore Ufficio Comunicazione e Stampa
Associazione ItaliaCamp                                                       Pontificia Università Lateranense

g.marcorelli@italiacamp.it                                                     padula@pul.it              

06-85225412; 333-7539688                                                    06-69895555     

 

Al via il corso per diventare professionista delle Rp

Immagine

Un percorso innovativo volto ad offrire gli strumenti concreti per operare quotidianamente nella professione.

Il Corso si rivolge sia a giovani stagisti, laureati o diplomati in corsi in Rp e Scienze della Comunicazione, sia a quanti desiderano meglio capire il mondo delle Relazioni Pubbliche con il quale dovranno interagire nella loro attività professionale.

Fare relazioni pubbliche significa saper comunicare in maniera strategica, professionale e tecnica.
Come si redige un piano di comunicazione?
Come si scrive un comunicato stampa per il web?
Come si organizza un evento?
Come si stende un budget?
Come comunicare la propria responsabilità sociale?
Quali azioni si mettono in campo in caso di crisi?
Queste e molte altre le domande alle quali il Corso Ferpi risponde attraverso un percorso che affronta i principi fondamentali della pratica.

Queste e molte altre sono le domande alle quali il Corso Ferpi risponde attraverso un percorso che, partendo dalle conoscenze teoriche di base, affronta i principi fondamentali della pratica professionale e approfondisce aree specifiche di specializzazione.

Un corpo docente composto da affermati professionisti delle Relazioni pubbliche che, attraverso attuali case histories, buone pratiche e situazioni vissute sul campo della loro pratica professionale, stimolano una continua interazione con i partecipanti e una costante sollecitazione al confronto diretto. 100 ore di aula per un programma ricco di esercitazioni pratiche individuali o di gruppo.

Cinque mesi per un corso intensivo finalizzato all’approfondimento pratico di modelli teorici e di metodologie nella pianificazione e gestione di sistemi di relazione, con specifici riferimenti alla comunicazione di impresa nelle sue differenti specializzazioni.
E’ questo il Corso Ferpi: una grande opportunità per chi è impegnato nelle Relazioni pubbliche. Una possibilità di crescita, approfondimento e confronto tra professionisti delle Comunicazione e chi è impegnato nei diversi ambiti delle Rp.

Per informazioni e iscrizioni è necessario contattare la segreteria organizzativa di Ferpi Servizi per verificare la disponibilità dei posti e confermare la partecipazione.

Per informazioni
Silvia Meazzi
Tel. 02-58.31.24.55
Fax 02-58.31.33.21
E-mail: formazione@ferpi.it

A Pavia l’ottava Conferenza Internazionale sulla Comunicazione Sociale

Persone, Pianeta, Salute e Benessere.
La salute delle persone e del pianeta: un tema che riguarda tutti e che sta diventando prioritario nell’agenda politica di molti Paesi del mondo. Qual è il ruolo della comunicazione sociale?
Questo il tema centrale della conferenza, che guarda anche alla prossima edizione dell’EXPO dove si parlerà di nutrire il pianeta, argomento strettamente collegato alla corretta alimentazione e alla sostenibilità ambientale.
Per Pubblicità Progresso un appuntamento che rappresenta l’ideale proseguimento di quanto discusso nella precedente edizione della Conferenza dedicata ai nuovi indicatori di benessere.
Inoltre, a giugno 2012 Pubblicità Progresso ha lanciato la campagna di sensibilizzazione sulla donazione degli organi: un argomento importante che si inserisce in modo coerente nel programma della Conferenza Internazionale.
La salute: un tema, diversi ambiti di riflessione  
L’obiettivo dell’ottava Conferenza è offrire alcune riflessioni e suggestioni su come questo argomento può essere affrontato da ottiche disciplinari diverse e con modalità differenti in funzione anche del contesto culturale.
Per questa ragione saranno presenti non solo comunicatori, pubblicitari italiani e di altri Paesi del mondo, ma anche esperti di altre discipline.
Tra gli spunti più importanti: la relazione tra ambiente e salute, stili di vita e benessere, lotta alle dipendenze e prevenzione, donazione del sangue e degli organi etc.

L’appuntamento, per riflettere su queste tematiche è per martedì 9 ottobre 2012, ore 9.30 presso l’Università degli Studi di Pavia (Aule 400 e Disegno)
Un programma fitto e intenso che vede la partecipazione di molti esponenti tra i più importanti del settore.

IL PROGRAMMA (Scarica la versione PDF)

ORE 9.30 – Apertura dei lavori e interventi istituzionali
Angiolino Stella, Rettore Università Pavia*
Alberto Contri, Presidente Fondazione Pubblicità Progresso
Alessandro Cattaneo, Sindaco di Pavia
Daniele Bosone, Presidente Provincia di Pavia*
Roberto Formigoni, Presidente Regione Lombardia*
ORE 10.00 – Prima sessione: la ricerca del benessere per le persone e per il pianeta

ore 10 – Lectio magistralis: Le dimensioni dello star bene
Salvatore Veca, Vicedirettore Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS)

ore 10.30 – Interventi di scenario
Idee e sfide per l’innovazione del futuro
Adam Arvidsson, Co-direttore Societing

Il valore della salute tra Etica Ippocratica ed Health Technology Assessment
Antonio Dal Canton, Preside Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Pavia

Ambiente e salute: tra allarmismo e consapevolezza. Le rappresentazioni della tv generalista
Stefano Mosti, Presidente Osservatorio di Pavia
ore 11.30 – Campagne e iniziative dal mondo
Chairman: Maria Assunta Zanetti, Professore Associato di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, Università di Pavia
Interventi
Tony Foleno, Senior Vice President for Research & Evaluation Advertising Council, USA
Pim Slierings, Direttore SIRE, Olanda
Georgy Molodtsov, Direttore Creativo Social Advertising Laboratory, Russia
Marina von der Heyde, Direttore Esecutivo Consejo Publicitario, Argentina (intervento video)
ore 13 – Consegna del premio Grand Prix-Pubblicità Progresso Social Award
Alberto Contri, Presidente Fondazione Pubblicità Progresso e Maria Stella Gallo, Responsabile Eventi e Promozione TVN Media Group premiano Jack de Graaff, Presidente del SIRE, Olanda
ore 13.15 – Chiusura lavori prima sessione

ORE 14 – Seconda sessione: la comunicazione per il benessere delle persone e del pianeta

ore 14 – Cogit-Azioni. Uno studio su Bioetica e Teatro
Performance con:
Alessandro Bergonzoni, Attore e autore
Giusi Venuti, Dottore di ricerca in Scienze cognitive Università di Messina
Sonia Bergamasco, Attrice e musicista

ore 14.30 – La comunicazione del dono
Chairman: Giampaolo Azzoni, Ordinario di Filosofia del diritto Università di Pavia e Direttore del Centro di Etica Generale ed Applicata

Presentazione della campagna di Pubblicità Progresso Tu puoi dare la vita, a favore della donazione degli organi
a cura di: Alberto Contri, Coordinatore gruppo creativo, Andrea Concato, Copywriter, Roberto Fiamenghi, Art director, Matteo Righi, Responsabile New Media

ore 15.00 – Selezione di spot e video internazionali

ore 15.15 – La comunicazione della salute e dell’ambiente nell’era dei social media
Chairman: Maria Giovanna Ruberto, Professore Associato di Bioetica, Università di Pavia

Interventi

Web 2.0, tra reale e virtuale: nuove opportunità in sanità
Elena Zanella, Direttore Comunicazione del Centro Clinico NEMO di Fondazione Serena, Blogger sociale

In ospedale i bambini non sono pazienti
Alessandro Benedetti, Segretario della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer

L’ambiente virtuale non è un luogo comune
Alberto Fiorillo, Responsabile Comunicazione Legambiente

ore 16.30 – L’acqua: tema chiave per la salute del pianeta
Pubblicità Progresso presenta i migliori spot internazionali sul tema

Interventi
Antonio Acerbo, Responsabile “Vie d’acqua”, EXPO2015

ore 17 – Conclusioni
Guido Legnante, Presidente dei corsi di laurea in Comunicazione (CIM e CPM), Università di Pavia
Antonio Margoni, Docente di Marketing e tecnica della comunicazione pubblicitaria, Università di Pavia
Alberto Contri, Presidente Fondazione Pubblicità Progresso

Per iscriverti alla Conferenza clicca QUI

Fonte e ulteriori informazioni: Fondazione Pubblicità Progresso

Seminari di aggiornamento e specializzazione professionale FERPI

Cari soci Uniferpi,
la Casp, Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi, promuove programmi e organizza seminari finalizzati ad approfondire la conoscenza delle attività professionali di relazioni pubbliche. 

I corsi organizzati dalla CASP, suddivisi in tre livelli: basic, advanced e laboratorio, sono condotti da esperti provenienti dal mondo istituzionale, imprenditoriale, accademico e del terzo settore.

 

Per i soci Uniferpi, in regola con la quota associativa, c’è la grandissima possibilità di partecipare gratuitamente a questi importanti momenti di formazione e crescita professionale. ( Sono solo 5 i posti per ogni corso Casp).

 
Vi segnalo i corsi Casp in programma da ottobre a dicembre 2012:
 
Coaching. Dalla consapevolezza alla leadership
Livello: advanced
Docente: Carla Benedetti
Roma, mercoledì 10 ottobre 2012 

CSR: Conoscere e comunicare la responsabilità sociale di impresa 
Livello: basic
Docente: Nicoletta Cerana
Milano, venerdì 19 ottobre 2012 

Le nuove professioni del web

Livello: basic
Docente: Giulio Xhaet
Milano, giovedì 8 novembre 2012

La pianificazione strategica degli eventi 
Livello: advanced
Docente: Lucia Mauro
Milano, novembre 2012

Per ulteriori indicazioni sulle modalità di iscrizione clicca qui
Per ulteriori informazioni sulla proposta formativa Ferpi, clicca qui oppure contatta 02 58312455 
email: casp@ferpi.it

Image
 

Concorso ON THE MOVE 2012 – Tomorrow is now!

La Fondazione Pubblicità Progresso, che da quarant’anni si occupa di comunicazione sociale, organizza la 6° edizione del concorso “On the move” con l’obiettivo di promuove nei giovani la comunicazione al servizio della collettività, far conoscere Pubblicità Progresso, raccogliere dai giovani stimoli, idee, suggerimenti sui temi al centro dell’attenzione e sul futuro della comunicazione sociale.

Ai partecipanti verrà richiesto di produrre un elaborato immaginando di essere nel 2021 anno in cui la Fondazione compirà 50 anni. Potranno essere presentati articoli giornalistici, rubriche di approfondimento (programmi televisivi, spettacoli teatrali e cinema, recensioni di libri/film, annunci di lavoro, meteo, oroscopo), pubblicità, annunci stampa e banner. I 15 elaborati migliori saranno pubblicati sul numero di novembre 2012 di BuoneNotizie, testata digitale per iPad. I partecipanti potranno usare, per le proprie produzioni, un taglio ironico o scientifico e i temi di cui potranno parlare saranno i più diversi: i 50 anni della Fondazione Pubblicità Progresso, la sostenibilità ambientale, la responsabilità sociale d’impresa, la cooperazione internazionale, il volontariato, la filantropia, la disabilità, la sicurezza sul lavoro, la protezione animali, la salute, l’adozione.

I 15 vincitori del concorso potranno andare a Strasburgo a visitare il Parlamento Europeo e partecipare ad un evento di Pubblicità Progresso a Milano.

Il concorso si rivolge ai giovani tra i 18 e i 30 anni, studenti universitari e di master, accademie, scuole di specializzazione o neolaureati da massimo un anno.

Leggi il regolamento e partecipa! Scadenza del concorso il 19 Ottobre 2012.

Per informazioni:
Graziana Saponari – g.saponari@koinetica.net tel. 02 6691621
www.pubblicitaprogresso.org

IULM Master Day 27 settembre

Il 27 settembre, in occasione della giornata di orientamento sui Master IULM, Emanuele Invernizzi, direttore, e Stefania Romenti, vicedirettore, presenteranno il Master universitario di primo livello in Public Relations & Corporate Communication (MaPReC) e l’Executive Master in Relazioni Pubbliche d’Impresa. Entrambi i Master sono progettati e realizzati in collaborazione con Ferpi e Assorel e con il supporto di sedici grandi imprese nazionali e internazionali.
In particolare, il Master in Public Relations & Corporate Communication (MaPReC) è rivolto ai laureati di primo e secondo livello che vogliono essere subito operativi nel settore delle RP e della comunicazione d’Impresa, sviluppando il proprio livello di impiegabilità e imprenditorialità.
L’Executive Master in Relazioni Pubbliche d’Impresa, del quale è in corso la 10^ edizione, è invece rivolto ai professionisti di RP e comunicazione che vogliono ampliare e approfondire le proprie competenze professionali, tecniche e manageriali nei settori più importanti e strategici delle RP.
La presentazione di entrambi i Master avrà luogo presso l’Università IULM, in via Carlo Bo 1, in aula 146 dalle 10.00 alle 11.00. Al termine sarà possibile fare domande per approfondire gli aspetti di maggiore interesse.

Per i dettagli logistici e per ulteriori informazioni, consulta l’intero programma del Master Day o mandaci un’e-mail (master.rpimpresa@iulm.it) con le tue richieste.

Per confermare la tua presenza, compila il form online.

Ferpi Giovani-Unimonitor Sapienza: al via un’indagine per fotografare la professione

Quante opportunità ho di riuscire a realizzarmi professionalmente nel campo in cui ho studiato? Questo è uno dei quesiti forse più comuni ed altrettanto incerti che migliaia di giovani italiani e non solo si pongono al termine del loro percorso di studi.

Ferpi Giovani e Unimonitor Sapienza stanno realizzando un’indagine allo scopo di fotografare e comprendere preoccupazioni, incertezze, difficoltà, che giovani laureandi o specializzandi in scienze della comunicazione, o studenti frequentanti un master in comunicazione, si trovano a dover affrontare pensando alla loro professione. Spesso capita che l’offerta non coincida con la domanda, che vi sia da parte dei giovani una scarsa propensione alla sfida, all’idea di svolgere la propria professione lontano dal proprio Paese di origine; che le imprese non investano abbastanza nella formazione e nella crescita dei giovani che collaborano con loro; che le università, anche a causa delle sempre più stringenti riduzioni di budget, non siano in grado di costruire dei ponti di collegamento e di relazione tra gli studenti e il mondo del lavoro. 

Servono spazi e opportunità per mostrarsi e confermarsi all’altezza delle aspettative: oggi questo è un elemento che, soprattutto in Italia, manca. Ai giovani si chiede di investire sul loro futuro, alle imprese si chiede di formare i propri giovani, di investire su di loro, alle Istituzioni si chiede di adottare politiche in grado di far ripartire l’occupazione, di evitare che le migliori eccellenze lascino il nostro Paese. Ad Associazioni come Ferpi e all’Osservatorio Unimonitor si chiede di provare a diventare interlocutori privilegiati, in grado di creare una relazione ed un dialogo tra tutti i soggetti sopra indicati. Questo è il nostro obiettivo! 

Partendo da queste brevi considerazioni, la ricerca Ferpi-Unimonitor Sapienza, ha lo scopo di mettere in luce i problemi e le difficoltà che i futuri professionisti della comunicazione incontrano nel relazionarsi con il mondo del lavoro. Meritocrazia, Passione, Tempestività, Intraprendenza, Creatività, Flessibilità, Dinamismo, sono i requisiti essenziali per poter oggi essere competitivi e soddisfare le richieste del world job market. 

Rispondendo al questionario entro il 31 luglio 2012 potrai fornire un contributo importante alla conoscenza degli aspetti strutturali e delle sfide principali che caratterizzano il mondo delle professioni della comunicazione. L’intervista non porterà via molto tempo e i dati saranno trattati in forma anonima e aggregata. 

 

Per ulteriori informazioni sull’indagine puoi rivolgerti a uno dei responsabili:
Dott. Daniele Salvaggio, Delegato Ferpi Giovani, daniele.salvaggio@fimi.it
Prof.ssa Barbara Mazza, Unimonitor Sapienza, http://www.info@unimonitor.it

Uniferpi in viaggio verso.. Grumello!

Cari amici di Uniferpi finalmente, grazie alla collaborazione di Ferpi e Ferpi Giovani, siamo riusciti ad organizzare un vero e proprio momento di ritrovo e condivisione tutto per noi. Ci si parla sempre poco, si tende a ragionare solo per obiettivi, perdendo spesso di vista il cuore delle attività, che sono le persone e il loro collaborare in gruppo, per imparare, per acquisire esperienza, osservando, ascoltando, mettendosi in gioco. Da qui nasce l’idea di provare a sperimentare una due giorni di incontro e di gioco tra tutti noi per conoscerci di più, capire le nostre difficoltà, le nostre aspirazioni, gli obiettivi che vogliamo raggiungere e soprattutto come relazionarci all’interno di un’Associazione, Ferpi, complessa e ricca di sfumature relazionali.  

Il 28 e 29 luglio ci incontreremo al Castello di Grumello, una dimora familiare tra le colline di Bergamo e il lago d’Iseo.

L’idea è quella di costruire una due giorni in cui ci sia possibilità di chiacchierare tra di noi, stare insieme, giocare, e allo stesso tempo organizzare un momento di formazione in cui andremo concretamente a costruire e realizzare un’idea per poi confrontarci, anche con l’intervento di colleghi Ferpi senior da noi invitati, sui risultati ottenuti. Nulla di eccessivamente invasivo, nè troppo impegnativo, un semplice modo per stare bene insieme ed iniziare a considerarci un gruppo. In questa esperienza saremo seguiti da due formatori Emanuele Kettlitz e Matteo Rosa e accompagnati da Daniele Salvaggio e Fabio Ventoruzzo.

Sarà una bella esperienza ma i dettagli ve li sveleremo tutti in loco!
Non mancate! Vi aspettiamo tutti!

Costi di partecipazione: 80 euro (viaggio escluso)
Per ulteriori informazioni e conferme di partecipazione -entro e non oltre mercoledì 18 luglio 2012- scrivete a
Daniele Salvaggio _ daniele.salvaggio@fimi.it
Giovanna Fabiano _ fabiano_giovanna@yahoo.it

Ferpi e la delegazione campana sottolineano il ruolo centrale della comunicazione per la redditività e il rilancio del patrimonio culturale italiano

Cultura è Economia, più che un titolo, uno statement per esprimere la forza di un potenziale, insito nella Cultura, un vero patrimonio per il nostro Pease.

Partendo dalla Campania, regione che vanta ben cinque siti Unesco, Ferpi si propone di avviare un dialogo fattivo tra diversi soggetti, Istituzioni,  imprese e attori culturali, con l’obiettivo di rafforzare una relazione gia’ avviata tra Cultura e Economia nella consapevolezza che la valorizzazione dei beni architettonici, monumentali e paesaggistici deve esser affrontata sotto una cornice di responsabilita’ collettiva.

Occorrono azioni di sistema per tutelare, sviluppare e promuovere il patrimonio culturale, in modo da agevolare interventi congiunti pubblico-privato per la creazione di un modello sostenibile nel tempo, che tenga in considerazione sia  interventi di recupero dei beni architettonici e monumentali che una moderna gestione dell’offerta culturale.

In un recente studio dell’Universita’ Cattolica, emerge che in Italia, nonostante vanti il primato di 44 siti dell’Unesco,  il Pil legato all’industria culturale e’ a 35 miliardi contro i 78 miliardi della Gran Bretagna e gli 82 miliardi della Francia.

Relazione tra Cultura e Impresa non piu’ intesa solo come CSR ma concreta strategia di marketing territoriale. Comunicare la Cultura vuol dire associare il proprio brand ai valori del territorio e tramettere vicinanza alle persone, partendo dal presupposto che musei, spazi espositivi, percorsi culturali… non sono creati solo per i turisti, ma per tutta la colletivita’.

Di questi temi se ne perlerà giovedì 12 luglio presso la Sala D’Amato dell’Unione Industriali di Napoli (Piazza dei Martiri, 58) alle ore 16.00 durante l’incontro Cultura è Economia. A presiedere l’incontro come chairperson Elisa Greco, delegato Ferpi Cultura. Dopo i saluti di benvenuto del delegato Ferpi Campania, Letizia Nassuato, l’apertura dei lavori sarà affidata a Paolo Graziano, presidente Unione Industriali di Napoli. Interverranno Diego Guida, presidente Comitato Strategico Cultura Unione Industriali di Napoli; Marco Polillo, presidente Confindustria Cultura; Antonia Pasqua Recchia, Segretario Generale del Ministero dei Beni Culturali e Antonio Scuderi, amministratore delegato del Gruppo Alinari. L’incontro si terrà con il contributo del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alla Comunicazione e all’Editoria, Paolo Peluffo e con la partecipazione del regista e artista, Moni Ovadia: A Patrizia Rutigliano, presidente Ferpi, le conclusioni dei lavori.

Ufficio stampa low-cost: le vocali sono gratis

Conca Delachi, agenzia di relazioni pubbliche e comunicazione integrata, arruola un’agenzia creativa, Le Balene, per realizzare la prima campagna advertising non soltanto autoreferenziale, ma a sostegno di un tema comune alla industry della comunicazione.

Pianificata dal 3 al 5 luglio, sulle pagine nazionali dei quotidiani Corriere della Sera, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, nonché AdV Express, la campagna nasce dalla “rabbia e l’orgoglio” di Federica Delachi e Paolo Conca rispetto al momento storico e ai comportamenti che lo caratterizzano.

“La rabbia di un comune sentirsi ‘messi nell’angolo’, come persone innanzitutto e come comunicatori dichiarano all’unisono Federica Delachi e Paolo Conca – augurandoci che quest’iniziativa solleciti l’emersione di una maggiore consapevolezza non soltanto sul tema del prezzo, ma soprattutto su quello dei comportamenti, fra domanda e offerta di comunicazione “.

E abbiamo scelto di esprimerci con Le Balene, perché fin dai tempi della comune condivisione di un importante cliente, l’agenzia ci ha sempre conquistato per coraggio e creatività, rivelandosi l’interprete adeguata ai nostri sentimenti di oggi:  trasferendo – come soltanto l’immediatezza dell’adv è capace di fare – le nostre idee in un soggetto creativo ironico e sorridente, coerente con il nostro stile di comunicazione”.

La campagna, con la creatività di Sandro Baldoni (copy) e Lele Panzeri (art), che potrebbe svilupparsi su altri soggetti e iniziative nell’immediato futuro, punta a scuotere il mercato della comunicazione dal generico torpore dell’apatia, e dalla “trappola” della svalorizzazione complessiva, causa crisi economica: magari accendendo un dibattito, una reazione, o meglio uno scatto d’orgoglio in un momento altrimenti solo depressivo.

Non intendiamo prendercela solo con le tematiche economiche – puntualizzano Conca e Delachi – perché il prezzo (small, medium o large) è solo una sanissima risultante delle regole del mercato. La rabbia e l’orgoglio nascono da richieste e progetti a cui non viene data risposta, da gare impossibili per parametri differenti dalla qualità del progetto, dalla sfiducia che spesso sembra contraddistinguere le relazioni professionali”.

“Quello di Conca Delachi è un allarme per tutto l’ambiente – dichiarano i partner di Le Balene: Marco Andolfato, Sandro Baldoni e Lele Panzeri – e abbiamo accettato di partecipare attivamente all’iniziativa proprio  perché ne condividiamo appieno i significati e le motivazioni alla base”.

Non resta che dire che se le vocali sono gratis, le consonanti invece è bello che abbiano un valore adeguato.

Napoleone il comunicatore. Passare alla storia non solo con le armi

Napoleone Bonaparte: ottimo condottiero? Brillante stratega? Sicuramente, ma anche guru della comunicazione, l’uomo che ha inventato l’opinione pubblica, il merchandising e promosso la sua immagine con modi e maniere moderni.

A raccontare il piccolo grande uomo corso in questa nuova e inedita veste è Roberto Race, giornalista e consulente di comunicazione, socio FERPI nel libro “Napoleone il comunicatore. Passare alla storia non solo con le armi”.

C’è un filo rosso che attraversa tutta l’epopea di Napoleone. Dalla spedizione italiana alla missione in Egitto, fino ai trionfi di Ulm o Austerlitz, alle successive disfatte e al doppio esilio. È la sua straordinaria, modernissima, visionaria, profetica capacità di comunicare.

Roberto Race esplora e propone una “riflessione di natura storica fortemente legata al presenteche  permette di focalizzare l’attenzione sull’agire comunicativo consapevole e finalistico degli attori politici, sull’uso consapevole della comunicazione”, come afferma Mario Rodriguez nella postfazione.

Napoleone ha inventato l’opinione pubblica così come siamo abituati a intenderla oggi. Ha utilizzato per la prima volta il merchandising, ha saputo promuovere la sua immagine mentre guidava la Grande Armée alla conquista di mezza Europa.

“Sin dalle prime battute” afferma Luigi Mascilli Migliorini nella sua prefazione, “la capacità di comunicare di Napoleone era apparsa virtù istintiva di un ventisettenne generale che annunciava in sé, visibilmente, le incertezze di un eroe di Stendhal e le arroganze di un personaggio di Balzac”.

Nel volume Race spiega modalità ed eventi che segnano l’ennesimo primato del generale Bonaparte, meno conosciuto dei tanti conquistati nelle battaglie condotte per mezza Europa. Per lui comunicare non è solo un mezzo che usato al meglio “consente di anticipare le mosse dell’avversario e sbaragliarne gli schieramenti”, ma anche “uno strumento di rappresentazione, con il quale si inscena un summit come si commissiona un quadro”. In ogni caso, avverte l’autore, Napoleone ha potuto vincere anche da grande comunicatore “perché quella che raccontava non era una favola qualsiasi”, “qualsiasi campagna di marketing, senza contenuti adeguati, non regge alla distanza, tanto più al peso della storia”.

“E’ un libro – afferma Race – utile sia a chi intenda approfondire le radici delle tecniche moderne di comunicazione, sia a chi voglia entrare in contatto con una dimensione ancora non completamente esplorata di una delle figure più originali della storia moderna”.

Egea 2012, 144 pagg. 16 euro

Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa

Image

Al via la II^ edizione di ItaliaCamp – La tua idea per il Paese, il concorso che premia le migliori idee che collaborino allo sviluppo del nostro paese, organizzato da ItaliaCamp, l’associazione per l’innovazione sociale.

Il contest, che nell’edizione 2011, la prima, ha visto tra le dieci proposte premiate l’idea della s.r.l. semplificata introdotta nel Decreto Liberalizzazioni, è presieduto daAntonio Catricalà, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ed è organizzato in collaborazione con oltre 60 università e partner internazionali.

L’inaugurazione della nuova edizione quest’anno si terrà a Catanzaro il 30 giugno, qui infatti si svolgeranno Gli stati generali del Mezzogiorno d’Europa, durante i quali le idee pervenute, dopo essere state discusse nelle sessioni di BarCamp previste, verranno selezionate ed inserire in un programma per il sud da sottoporre al Presidente Del Consiglio Mario Monti.

Gli Stati Generali del Mezzogiorno mirano a Coinvolgere la società civile delle sette regioni del Sud d’Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia), invitandola a condividere idee innovative nate dal territorio e pensate per il territorio, relativamente alle seguenti aree tematiche:

– Economia, finanza e mercati; 
– Cultura e sociale; 
– Energia, ambiente e infrastrutture; 
– Scienza e tecnologia; 
– Lavoro e impresa; 
– Politica, istituzioni e P.A.

Sarà l’occasione per i partecipanti, suddivisi all’interno di 7 aule di BarCamp su base geografica, di esporre idee e progettualità di fronte a stakeholder e decision maker territoriali potenzialmente interessati alla loro realizzazione.

Gli Stati Generali del Mezzogiorno sono il primo dei tre appuntamenti della seconda edizione del Concorso “La tua idea per il Paese”, che si completerà poi con gli Stati Generali del Centro e del Nord.

Questo il programma della giornata:

Ore 11.00

Welcome coffee e registrazione partecipanti

Ore 12.00

Indirizzo di saluto

  • Sergio Abramo – Sindaco Città di Catanzaro
  • Wanda Ferro – Presidente Provincia di Catanzaro
  • Pier Luigi Celli – Presidente Fondazione ItaliaCamp
  • Fabrizio Sammarco – Presidente Associazione ItaliaCamp

Apertura degli Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa

Antonio Catricalà – Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri; Presidente Onorario Associazione ItaliaCamp

Ore 12.30

Speaker’s corner con i Presidenti

  • Stefano Caldoro – Presidente Regione Campania
  • Giovanni Chiodi – Presidente Regione Abruzzo
  • Vito De Filippo – Presidente Regione Basilicata
  • Angelo Michele Iorio – Presidente Regione Molise
  • Raffaele Lombardo – Presidente Regione Sicilia
  • Nichi Vendola – Presidente Regione Puglia

Prospettive di scenario

  • Giuseppe Scopelliti – Presidente Regione Calabria

Ore 13.30

Percorso enogastronomico con piatti regionali e prodotti a 
chilometri zero

Ore 14.30

Avvio BarCamp

7 sessioni di dibattito regionale in contemporanea e individuazione delle 2 idee vincitrici per ogni regione.

Interverranno tra gli altri:

Adelfio Elio Cardinale Sottosegretario Ministero della Salute;
Alberto Acito AD BlackBerry Italia; Carlo Borgomeo Presidente
Fondazione per il Sud; Giampaolo D’Andrea Sottosegretario Ministero
per i rapporti con il Parlamento; Silvio Di Lorenzo Vice Presidente
Esecutivo Honda Italia; Antonio Ferraioli AD La Doria S.p.A.; Amedeo
Giurazza
 AD Vertis; Paolo Graziano AD Magnaghi Aeronautica;
Claudio Gubitosi Direttore Giffoni Film Festival; Carmen La Sorella
DG San Marino TV; Giovanni Latorre Rettore UNICAL; Antonella
Pasqualicchio
 Presidente LUCKY WIND; Stefano Passatordi
CEO Searcheeze; Aldo Quattrone Rettore Università Magna Graecia;
Florindo Rubbettino AD Casa Editrice Rubbettino; Daniele Toto
Imprenditore.

Clicca qui per scaricare la brochure dell’evento.

Clicca qui per iscriverti agli Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa.

Ripreso da www.ferpi.it

Salone “Dal Dire al Fare”: l’esperienza Uniferpi

Nell’ambito di Dal Dire al Fare – Il Salone della Responsabilità Sociale, il team Uniferpi Milano ha partecipato, giovedì 31 maggio alle ore 15.00 all’Università Bocconi (via Roentgen, 1), all’iniziativa “i giovani incontrano le imprese”. Una grande opportunità per chi è desideroso di entrare in contatto diretto con le imprese attente e socialmente responsabili.

Tra un ricco bouquet d’aziende sponsor, Uniferpi ha collaborato con Milano-Serravalle. Un piano di comunicazione on-line era l’oggetto del brief su cui ci siamo trovati a lavorare. Dopo un’analisi approfondita delle principali caratteristiche dell’azienda in questione sono state individuate le aree d’intervento: l’idea è stata quella di accentuare la leva della comunicazione per rendere l’azienda sempre più trasparente nei confronti dei suoi pubblici, oltre che per gestire in maniera più controllata e consapevole le comunità spontanee che si radunano online al fine di scambiarsi pareri ed opinioni. Un aspetto da non dimenticare è stata la proposta di aprire la vision aziendale alla nuova frontiera dei social network; creare un rapporto sempre più diretto con i consumatori e comunicare la propria innovazione sono degli elementi chiave per Milano – Serravalle.

In un ambiente ricco di spunti di riflessione e di freschezza di idee e creatività, abbiamo assistito alla consulenza che altri gruppi di studenti hanno fornito alle altre quattro aziende iscritte a Spazio Giovani. Un’esperienza formativa sotto ogni aspetto. Un ambiente in fermento e in costante sviluppo. Tanti ragazzi giovani ricchi di iniziativa e pronti a mettersi in gioco: questi sono stati i pezzi di un puzzle che ogni anno si completa sempre di più, coinvolgendo ragazzi, manager, studenti, aziende, e pubblici interessati in un’iniziativa che, anche quest’anno, non ha mancato nel dimostrare la sua utilità.

Complimenti a tutti gli sponsor, a tutti gli organizzatori, ma soprattutto a tutti quei ragazzi che hanno voglia di provarci sempre: Grazie Uniferpi!

E adesso… avanti tutta con le prossime iniziative!

Silvia Pellegrinato
Uniferpi Milano

Negoziazione, dinamiche comunicative e relazioni pubbliche

Giovedì 31 maggio, presso la sede dell’Università degli Studi di Udine a Gorizia, si è svolto il seminario dal titolo “Negoziazione, dinamiche comunicative e relazioni pubbliche”. Organizzato dal Corso di Laurea in Relazioni Pubbliche in collaborazione con Ferpi e UniFerpi, il seminario ha dato l’opportunità a noi studenti di conoscere diversi professionisti, i quali hanno dato il loro particolare contributo sull’argomento della negoziazione, rendendo l’incontro coinvolgente e unico.

L’inizio del ciclo di conferenze è stato alle 9:30 del mattino, quando il Direttore del Centro Polifunzionale di Gorizia, Mauro Pascolini assieme alle professoresse Nicoletta Vasta e Mariapaola La Caria hanno dato il benvenuto ai relatori e a tutti gli studenti convenuti nell’Aula Magna di Santa Chiara.

Alle 10:00 c’è stato l’intervento del primo ospite, delegato Ferpi per la Formazione e la Ricerca, Giampietro Vecchiato, dal titolo “Gli skill relazionali del relatore pubblico”, ovvero, quanto sia importante l’empatia e la dimensione relazionale nelle relazioni pubbliche.

Mezz’ora dopo, è stato il turno del Portavoce e Capo del Nucleo di Pubblica Informazione della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, Biagio Liotti, il quale ci ha spiegato quando sia fondamentale la figura del comunicatore e, di conseguenza, una buona comunicazione nell’esercito, portandoci esempi di vita molto interessati.
Dopo una breve pausa-caffè, è intervenuto Giovanni Landolfi che ha presentato il tema “Litigation PR: crocevia di interessi, linguaggi, relazioni”, il tutto seguito da un workshop che ha stimolato la partecipazione dei presenti.

Subito dopo il pranzo, è stata la volta della Professoressa Renata Kodilja, docente di Psicologia delle relazioni presso la nostra Università. Supportata da un divertente power-point, ha chiarito con definizioni e citazioni l’argomento della negoziazione. Attorno alle 15:30 ci ha raggiunti Claudio Melchior, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e direttore della Web Radio dell’Università di Udine, il quale ci ha parlato della logica negoziale in termini di “social skill”.

Dopo l’ultima pausa caffè, dalle 17:00 in poi, ci sono stati gli ultimi due interventi previsti per la giornata: Claudio De Monte Nuto, esperto di marketing territoriale e sviluppo turistico, ha focalizzato la sua presentazione sulla negoziazione come opportunità di sviluppo locale; infine Michela Giarle, project manager e responsabile del segretariato tecnico congiunto Italia-Slovenia, ha curato l’intervento dal titolo “Viaggio nell’Europa dei negoziati. I processi di negoziazione nei partenariati europei”.

Attorno alle ore 18 il ciclo di conferenze si è concluso, con la soddisfazione di chi ha organizzato il tutto e l’entusiasmo degli studenti, il cui interesse è stato suscitato dai numerosi contributi di tutti questi professionisti.

Elisa Turrin – UniFerpi Gorizia