Video

Per me lo storytelling è…

 

Ti sei mai chiesto cos’è lo storytelling? Se ti chiedessero di raccontare un’azienda attraverso un social, saresti in grado? Se non hai una risposta a queste domande non ti abbattere, ci siamo noi di UniFerpi a darti una mano.

In che modo possiamo aiutarti? Offrendoti l’opportunità di partecipare all’incontro in programma Venerdì 11 Aprile all’Auditorium Enel – Roma. Organizzato da UniFerpi Lazio, Ferpi Lazio ed Enel, l’evento si pone l’obiettivo di chiarire tutti i tuoi dubbi sull’argomento offrendo un approccio concreto all’arte di raccontarsi.

All’evento parteciperanno professionisti appartenenti ad ambiti diversi: Vittorio Cino, Direttore Public Affairs&Communication The CocaCola Company Italia; Gianluca Comin, Direttore Relazioni Esterne Enel; Giovanna Cosenza, blogger e Professore Associato di Filosofia e Teoria dei Linguaggi presso l’Università di Bologna; Ivan Cotroneo, scrittore e regista; Stefano Epifani, Docente di Social Media Management presso La Sapienza e Direttore di Techeconomy; Eugenio Golia, Responsabile Social Media di Save the Children e Maurizio Masciopinto, Direttore Ufficio Studi delle Scuole della Polizia di Stato), con la moderazione del giornalista del Corriere della Sera,Tommaso Labate.

I relatori si confronteranno attivamente con la platea rendendo il seminario interattivo e coinvolgente.
Il seminario sarà anticipato da un laboratorio tenuto da Raffaele Cirullo, Responsabile Social Media Enel, incentrato sul “live tweeting”, con inizio alle ore 14, che ti fornirà gli strumenti da mettere subito in pratica durante il convegno: sarai così in grado di raccontare l’esperienza vissuta con noi.

Non aspettare che gli altri ti raccontino qualche storia, raccontala tu…. 😉 #digitelling!

UniFerpi Padova e l’Aperitivo con i professionisti

Cari amici,

voglio condividere con voi un contributo derivante da un pomeriggio Padovano, ricco di stimoli e frizzantezza.

Per gli amici di Uniferpi Padova l’ultimo Aperitivo della Comunicazione, si è trasformato da “Aperitivo con il professionista” ad “Aperitivo con i professionisti”.

Una giornata serena, due tavoli, qualche sedia e un clima divenuto ben presto molto accogliente.

Ad allietarci con la loro presenza, infatti, c’erano Enrico Pinton, junior account di PR Consulting e socio associato Ferpi, e Roberto Fioretto, che invece si occupa di Comunicazione e Relazioni Esterne presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Ai giovani professionisti abbiamo chiesto di raccontarci chi fossero, da dove venissero, dove fossero diretti, ma dato il clima di estrema cordialità che si è venuto a creare, abbiamo deciso di farlo fatto in un modo un po’ particolare e…artigianale!

Ascoltiamo allora Enrico e Roberto, che si sono raccontati così:

L’aperitivo è stato, per noi, un’occasione per ragionare attorno al tema della “rete”, del web 2.0 e delle sue applicazioni all’interno del mondo della comunicazione e, nello specifico, delle relazioni pubbliche.

Siamo andati alla ricerca e alla scoperta delle interconnessioni, dei legami e delle diramazioni dell’esperienza professionale dei nostri due “ospiti”, nell’intento di capire e approfondire maggiormente che cosa significasse lavorare e operare all’interno di un’Agenzia di Relazioni Pubbliche, piuttosto che all’interno di una realtà come quella di una Fondazione, interrogandoci inoltre sul significato e sull’essenza di queste due entità.

Uno dei punti chiave emersi è rappresentato dal ruolo centrale di entrambi gli enti come attivatori sociali.

La chiacchierata è proseguita con l’analisi di alcune iniziative legate a Segnavie, un’iniziativa che “vuole offrire ai ‘viaggiatori della modernità’ – tutti noi – spunti di ‘riflessione attiva’ capaci di favorire una crescita consapevole del nostro territorio”.

Tale progetto ha coinvolto energicamente Enrico e Roberto: dall’attività di brand naming e brand identity (da non tradurre con “Immagine di brand”, come sottolinea Enrico Pinton), fino all’attività di ufficio stampa. Dal piano di comunicazione, alla comunicazione integrata. Dal pensiero strategico all’analisi dei risultati. Dalla presa di coscienza dei lati positivi e dal commento critico degli elementi negativi.

Questa la base da cui ci siamo confrontati con i professionisti per capire come queste attività potessero essere integrate con i meccanismi del web 2.0, meccanismi tanto citati, da essere definiti un “salto” in grado di generare un passaggio da “progetto pilota” a vero e proprio “approccio culturale”.

Che cosa è dunque emerso da questo confronto? Sicuramente la dedizione nel costruire e mantenere una online brand reputation, un’attività continuativa di ascolto, un utilizzo consapevole e programmato degli strumenti web di base, integrato con gli sviluppi di web 2.0, visto non più unicamente con diffidenza, bensì accolto come sfida.

Eppure non è solamente la comunicazione esterna, quella rivolta ai pubblici di riferimento, che risente degli effetti di questa sorta di evoluzione. Si parla allora di funzione trasversale della comunicazione, funzione che coinvolge anche la comunicazione interna e per la quale, oggi, sempre più, assumono importanza il concetto di dialogo e di conversazione.

L’Aperitivo ha messo in luce l’importanza della collaborazione, elemento imprescindibile per far fruttare opportunità varie e diverse, con occhi critici e analitici.

E non è proprio questo che cerchiamo di perseguire anche noi a livello di Associazione?

A tal proposito Enrico e Roberto ci ricordano che “Fare parte di un’associazione aiuta a sfondare un tetto di cristallo”.

Che cosa aspettiamo a sfondarlo?

Silvia Zanatta

Stay hungry, stay foolish!

Nel nostro viaggio verso la professione, ricorderemo Steve Jobs per i suoi consigli ispiratori

Forum Nucleare – Pro o contro?

E’ da diverso tempo che viene trasmesso su diversi canali della TV italiana lo spot che annuncia la presenza di un forum di discussione sul web in merito al delicatissimo tema dell’utilizzo dell’energia nucleare.

Dopo la lettura di alcuni articoli e dopo aver navigato sul forum (anche se in effetti è più un sito web che un forum), mi pareva importante portare alla nostra/vostra attenzione questa “novità” nel campo della comunicazione italiana.

Ovviamente si tratta di una pura attività di lobby, solo che invece di puntare ai referenti politici, i lobbysti puntano direttamente all’opinione pubblica che è quella che quasi certamente più avversa l’introduzione dell’energia nucleare in Italia.

Non voglio, tuttavia, avviare una discussione in merito all’introduzione o meno dell’energia nucleare in Italia, piuttosto da ormai ex-studente di RP, mi interessava stimolare un dibattito in merito all’attività di lobby che è stata avviata per creare nei diversi auditori un campo semantico comune su cui tentare un nuovo processo comunicativo sull’argomento.
Continua a leggere

In viaggio verso la professione: WEB 2.0

Ecco il risultato della ripresa dell’incontro, di un pomeriggio passato con Giancarlo a fare editing e di un altro paio d’ore passate a categorizzare il tutto e diffonderlo tramite la nostra fanpage in facebook, twitter e per mail … divertente pure questa esperienza e utile!

Potete seguire il video con le slide dell’incontro.

Buona visione!

UniFerpi Gorizia si (ri)presenta agli studenti…via UniFerpi Point!

Tipico giovedì sera autunnale a Gorizia..dopo una giornata intensa trascorsa in università…l’unica cosa a cui si pensa è uno spritz con gli amici no?
Potrebbe anche darsi…ma non in una serata quando UniFerpi scende in campo…
Giovedì 22 ottobre, sono ufficialmente riprese, dopo la pausa estiva le attività della sezione goriziana, in maniera alquanto creativa.
Insieme all’ormai consueto “giro di presentazioni” tra i vari anni di corso e il volantino di presentazione UniFerpi abbiamo consegnato agli studenti anche l’invito per l’University Welcome Day organizzato in collaborazione con MakinGo.
Dopo aver parlato dell’associazione agli studenti, volevamo un modo che avvicinasse gli studenti alla stessa,al di fuori delle aule universitarie.
Il bar Kubik di Corso Verdi, si è quindi trasformato per una sera in UniFerpi Point, un luogo di discussione tra iscritti e semplici curiosi per iniziare a costruire insieme il calendario delle attività del nuovo anno accademico.
Accompagnati dalla musica di The Crazy Zone, gruppo emergente di ska core locale e dalla cornice di luci e suoni orchestrata da MakinGo, abbiamo avuto modo di presentarci in maniera dinamica e vicina alla realtà studentesca, della quale facciamo parte dimostrando che UniFerpi non è un nome astratto, ma un’associazione viva e coesa che fa parte di quel pianeta chiamato università.
Questo ha spinto molti studenti a fare il grande passo..ad iniziare a chiedere informazioni per l’iscrizione, desiderosi di aiutarci nello svolgimento delle prossime attività, dimostrando agli organizzatori che qualche timore iniziale era del tutto infondato, visto il riscontro assolutamente positivo. Era la prima volta veniva affiancato un’evento informale alle attività di promozione UniFerpi, ma dopo questo successone….
E nelle altre università? Ci chiediamo qui a Gorizia…come vengono presentate agli studenti le attività UniFerpi?

La professione del futuro. Ecco perchè studiare comunicazione.

Qualche settimana fa ho pubblicato un post dal titolo molto provocatorio: “Scienze della comunicazione: laurea fasulla?”.
Il dibattito che ne è nato ha visto il trionfo dell’ottimismo da parte degli studenti di comunicazione. A patto che si abbia un buon bagaglio di intraprendenza, trovare la realizzazione professionale nell’ambito della comunicazione non è impossibile nè difficile. Oggi posto un video a conferma di queste “belle speranze”.
Sapevate che le dieci professionalità più richieste nel 2010 non esistevano nel 2004? Il nostro è proprio uno di quei dieci lavori.

Un po’ di chiarezza …

Il nostro carissimo socio Luca Furlano di Gorizia ci segnala “…un’interessante iniziativa di alcuni studenti di un master in economia che danno una spiegazione semplice e comprensibile su alcuni importanti temi economici di cui si parla molto in campagna elettorale.”

Luca aggiunge:

Continua a leggere

Cosa sono le relazioni pubbliche?

googlerp
googlerp

Il titolo di questo post è una domanda che ci siamo posti tutti quanti almeno una volta nella nostra vita (da professionisti in via di sviluppo) e riflettere sulla professione – sul chi siamo, sul cosa stiamo facendo e sul dove stiamo andando – è uno degli obiettivi di questo blog. La conoscenza della professione passa attraverso una presa di coscienza di quello che si studia e di quello che si vuole diventare. Una risposta univoca alla domanda “Che cosa sono le relazioni pubbliche?” non esiste o meglio, se ne possono dare tantissime. Diverse scuole di pensiero e diversi autori e professionisti affermati ci possono aiutare suggerendoci interessanti chiavi di lettura:
Continua a leggere

Come lo frequenti Mr. Media?

media
fonte img

Difficile seguire tutto ma il web ci dà una mano anche in questo caso per fortuna.

Un esempio: Raiclick mette a disposizione tutte le puntate di Porta a Porta e Ballarò quindi non avete scuse per non essere aggiornati!!!

Il nostro settore (così affascinante) inizia la mattina presto e finisce la sera tardi: non c’è studente di RP o SDC che mi parli del suo “tempo libero”.
Noi non amiamo il tempo libero e per alcuni non esiste questa combinazione di parole nel proprio vocabolario, ognuno di noi vuole il dono dell’ubiquità (Marco, ricordo, l’aveva chiesto per Natale) o una giornata di 48 ore… ci “lamentiamo” ma ci piace così!

Di una cosa però non possiamo fare a meno: aggiornarci e sapere cosa ci sta succedendo tutt’attorno a noi.
Qual è quindi il vostro approccio con i media?
Come riuscite a tenervi aggiornati?

Rompo io il ghiaccio raccontandovi come cerco di stare dietro agli avvenimenti giornalieri.

Continua a leggere

Cercasi informazione, non strumentalizzazioni. Grazie

Ho vaghi ricordi delle medie tuttavia rammento molto bene quando mi si sono aperti gli occhi riguardo la “storia”.
Da sempre appassionato di questa materia arrivai all’esame di terza media col desiderio di sapere più di quanto i miei libri di testo avessero trasmesso durante i tre anni: fu quindi nella consultazione extra scolastica che appresi quanto la politica centrasse nel raccontare gli avvenimenti.
L’informazione veniva così plasmata a seconda che lo storico fosse simpatizzante di destra o di sinistra. che orrore!!!

Ieri è successa la stessa cosa durante “punto di vista” (rubrica del TG2): una studentessa chiede al leader del PdL Berlusconi come sia possibile crearsiuna famiglia di fronte al precariato del lavoro. Vediamo lo spezzone:

il primo commento di fronte a questo video è: “Vergogna!”

ma cosa bisognerebbe fare prima di sparare giudizi? approfondire e verificare le fonti! Sempre!!!

Continua a leggere

Storia delle relazioni pubbliche – episodio 5#

Zeta de Zapatero Contro Bandera de Rajoy

Scusate l’assenza ma sono andato a rilassarmi per una settimana a Madrid e così ho spento il cellulare, mi sono concesso una dieta dal web, niente tg con elezioni in primo piano, niente quotidiani, niente di niente… solo io Madrid e … la piena campagna elettorale 2008!!!

riacceso il cel, quotidiani ogni giorno, tv locale, ricerche su web e qualche sosta per le strade cittadine ad ascoltare dibattiti interessanti e osservare come si stanno comportando i due leader.

Un “mea culpa” se non mi ero interessato prima di questo importante evento ma la politica italiana e Usa avevano la precedenza nonchè ricoprivano del tutto il mio tempo.

le elezioni sono vicine: marzo 2008.

Analizziamo prima di tutto come si presentano i due leader e cogliamo le differenze:

da una parte abbiamo Mariano Rajoy, leader del Partido popular (Pp) e dall’altra José Luis Rodríguez Zapatero, leader del Partido Socialista Obrero Español (PSOE) nonchè primo ministro uscente.

Storia delle relazioni pubbliche – episodio 4#