Public speaking, ecco 8 consigli per ridurre lo stress

Public speaking: ecco 8 consigli per ridurre lo stressCome suggerito nel precedente articolo sul public speaking (Parlare in pubblico: come vincere la paura), è fondamentale ripetere tutta la serie di domande suggerite da Scott Berkun fino a quando non si ottiene un discorso fluido dall’inizio alla fine.

Memorizzare i passaggi tra un punto e l’altro consente di tenere un discorso senza slide. La fiducia permette anche di improvvisare e reagire bene agli imprevisti.

Molti non lo fanno perché:

  • non è divertente,
  • richiede tempo,
  • si sentono sciocchi,
  • pensano che non lo faccia nessuno,
  • la paura dell’evento li spinge a rimandare e produce una profezia di fallimento che si autoavvera.

La paura si ripercuote anche a livello fisico. Un caso su tutti: quello delle mani sudate. Sempre Berkun fornisce una serie di indicazioni per ridurre lo stress fisico:

  • raggiungere il luogo dell’evento con largo anticipo evitando di fare tutto di corsa,
  • provare le apparecchiature tecniche e ripetere il discorso ben prima di tenerlo,
  • camminare sul palco per trovarcisi a proprio agio nel momento in cui poi si dovrà parlare,
  • sedere in platea per avere un’idea di come appare il palco dal punto di vista del pubblico,
  • mangiare con anticipo per non avere fame, ma non farlo appena prima dell’intervento,
  • parlare con qualcuno del pubblico prima di iniziare (se è possibile), in modo che la platea non sia più un gruppo di estranei.

Il vostro corpo vi ringrazierà. Parlare in pubblico fa paura anche per una serie di motivi psicologici come:

  • essere giudicati, criticati e derisi,
  • fare qualcosa di imbarazzante davanti al pubblico,
  • dire qualcosa di stupido che il pubblico non dimenticherà mai,
  • annoiare la gente a morte pur esponendo idee interessanti.

Oltre ai consigli suddetti per ridurre lo stress prima di parlare in pubblico, Berkun ci offre due riflessioni. Ogni giorno pronunciamo una media di 15mila parole. Tutte le vostre chiacchierate con amici, familiari e colleghi servono da palestra in maniera indiretta. Quindi, approfittatene.

Secondo lui, i peggiori critici sono le persone che ci conoscono perché sono coloro i quali nutrono un maggiore interesse verso le nostre parole poiché quel che facciamo influisce di più rispetto alle parole di un estraneo.

In ultimo, propone di organizzare dei rituali con il pubblico o da soli prima di cominciare l’intervento. Una risata, insomma, può servire ad attenuare la tensione nervosa anche se ci accompagnerà sempre.

Articolo tratto da www.mariograsso.it

Elezioni.it: quando la politica si fa social

Elezioni.it - Il political network italiano“Se fossi un elettore indeciso mi piacerebbe avere un luogo dove posso confrontare le opinioni dei vari candidati? Se fossi un candidato mi piacerebbe avere un luogo dove nel confronto con gli altri candidati posso dimostrare di essere quello da votare? Noi abbiamo risposto sì ad entrambe le domande creando un luogo dove gli elettori possono vedere le opinioni di tutti i candidati e dove un candidato può dimostrare, confrontandosi con gli altri, di essere quello da votare”.

Questo è in sintesi il concetto che vogliono trasmettere gli ideatori di Elezioni.it, il primo aggregatore delle pagine facebook dei candidati alle elezioni. Un progetto nato dall’incontro tra Riccardo Rudelli, consulente politico di vecchia data e direttore di Agenziaelettorale.it, Paola Bonesu e Mario Grasso, due giovani laureati in comunicazione politica e sociale alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di  Milano. Al loro fianco Roberto Errichelli, imprenditore partner di Agenziaelettorale.it e Claudio Bisconti, studente lavoratore della facoltà di ingegneria informatica all’Università di Firenze.

Uno strumento che – facendo leva sulle virtù dei social network – vuole diventare uno spazio di discussione per i politici e di informazione e aggiornamento costante per tecnici e elettori.
Con un solo click si potrà così assistere al confronto tra i leader di partito. Ma anche scoprire come procede la campagna per le elezioni presidenziali in Francia, o volare in Inghilterra per assistere alla lotta tra i candidati a sindaco di Londra. Sarà possibile seguire live la sfida tra i Repubblicani per decidere chi affronterà Barack Obama o capire come si sviluppa il dibattito all’interno di forze partitiche come il PD e il PDL, leggendo direttamente le dichiarazioni dei loro esponenti.

Nelle Agorà locali i candidati si metteranno alla prova per dimostrare di essere il politico da votare. Nell’Agorà di Palermo abbiamo assistito allo scontro tra i candidati alle discusse primarie del centro-sinistra. Mentre la campagna elettorale a Genova entra nel vivo dopo la conclusione delle primarie del centrosinistra e le candidature del centrodestra. Città per città sarà possibile per politici, giornalisti, rappresentanti di categoria inserirsi nel dibattito. Un solo click, tutte le dichiarazioni, per uno sguardo d’insieme che permetterà di comprendere in diretta costante come stia evolvendo il dibattito politico.

Il social network diviene political network: uno spazio pensato per soddisfare le esigenze del candidato e dell’elettore attraverso uno strumento agile e di facile utilizzo. Un aggregatore di contenuti che funge da bussola per orientarsi nel mare della politica locale, nazionale ed estera.
Con Elezioni.it nasce un nuovo modo di fare, comunicare e seguire la politica. In un solo click.

In viaggio verso la professione: WEB 2.0

Ecco il risultato della ripresa dell’incontro, di un pomeriggio passato con Giancarlo a fare editing e di un altro paio d’ore passate a categorizzare il tutto e diffonderlo tramite la nostra fanpage in facebook, twitter e per mail … divertente pure questa esperienza e utile!

Potete seguire il video con le slide dell’incontro.

Buona visione!

1# Riunione Comitato direttivo UniFERPI: onda propulsiva

conferencecall

sbaglio o proprio poco tempo fa vi avevo illustrato un’anticipazione su quanto stavamo realizzando?

No! appunto, non mi sbaglio ed ecco il post di riferimento.

Dopo pochi giorni si è svolta la prima riunione del comitato direttivo UniFERPI online tramite skype e i presenti erano:

Aurelia Pavel – Università IULM di Milano
Teresa Barone – Università degli studi di Catania
Giancarlo Camoirano – Università degli studi di Padova
Gianluigi Cioffi – Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli
Igor Surian – Università degli studi di Udine a Gorizia
… e il sottoscritto ovviamente! 🙂

Personalmente mi sono divertito un sacco (cadute di linea a parte) e le aspettative per questo primo incontro sono andate ben oltre l’immaginabile.
Perchè?
Continua a leggere

In che senso? Cosa sono le relazioni publiche

in che senso

in che senso

Il 31 luglio termina l’offerta per studenti e professionisti di acquistare a soli 20,00 euro (invece di 35,00 euro) l’intero cofanetto con le lezioni curate da Toni Muzi Falconi e Fabio Ventoruzzo sulle relazioni pubbliche.
Dodici ore di lezioni, oltre cento esperti come partecipanti agli incontri e sei relatori di tutto rispetto: ecco, in breve, il primo videolibro sulle relazioni pubbliche edito da Luca Sassella Editore.
Il libro diviso in tre DVD contiene il ciclo di sei incontri sul senso delle relazioni pubbliche nella nostra società attraverso dialoghi con sei testimoni di diversa provenienza (Chicco Testa, Furio Garbagnati, Paolo Iammatteo, Anna Martina, Stefania Romenti e Giampaolo Azzoni) e la partecipazione attiva, per ogni sessione, di una ventina di professionisti e studiosi in sala.
Si tratta in pratica di un corso di relazioni pubbliche utilissimo sia per studenti desiderosi di approfondire alcuni temi dello studio che per professionisti desiderosi di colmare delle lacune o rispolverare alcuni argomenti.
Inoltre avendo fatto parte di quel pubblico non posso che garantire sulla qualità dei relatori e delle relazioni e invitare chi ancora non lo avesse fatto, specialmente gli studenti, a comprare il libro: prenotando infatti l’intero cofanetto (3 DVD + libro di Toni Muzi Falconi e Chiara Valentini sui rapporti tra relatori pubblici e giornalisti) entro il 31 luglio è possibile acquistarlo a 20,00 euro (anziché 35,00) e con la possibilità di averne una copia omaggio ogni 10 copie prenotate.
Per una sintesi dettagliata vi rimando a questa pagina della Ferpi

Per prenotazioni e informazioni: Luca Sossella Editore, Via Zanardelli 34, 00186 Roma amministrazione@lucasossellaeditore.it


In alternativa potete rivolgervi al vostro delegato territoriale Uni>FERPI che sta raccogliendo gli ultimi ordini in vista del termine della promozione… AFFRETTATEVI!!!

FriendFeed: aggregatore di social

Se come me (e Steve Rubel) hai poco tempo e troppi social network da controllare FriendFeed fa al caso tuo!

Scoperto grazie ad un post di Edelman mi ha subito coinvolto e a quanto leggo non sono il solo 😀

Grazie a FriendFeed infatti puoi tenere traccia dei movimenti dei tuoi friends sui social network senza dover ogni volta girare tra essi perdendo un sacco di tempo (alias denaro).

Lo usate? che ve ne pare?
add me 😉

Come si forma l’opinione pubblica: la pervasività delle relazioni pubbliche

opinione_pubblica

Ho partecipato lo scorso giovedì al primo incontro del ciclo “Cosa sono le Relazioni Pubbliche?” organizzato da Toni Muzi Falconi e Fabio Ventoruzzo in collaborazione con l’editore Luca Sossella.
Inutile dirvi l’emozione di essere circondato da veri esperti di Rp (una quarantina in tutto escludendo gli organizzatori), alcuni dei veri “must” come Cogno, Chicco Testa, quelllo del barbiere di Stalin, Nicola Mattina, ecc. in una location fantastica (Villa Borghese).
Continua a leggere

Social Media per le RP. Dalla comunicazione alla conversazione

introducing naked conversations

L’abbiamo ormai capito che i social media sono importanti. Almeno questo è il presupposto di chi scrive su questo blog, altrimenti non saremmo neanche qui.

Continua a leggere

Tesi sul web2.0 e sui nuovi linguaggi della comunicazione



tumblr

Anna Torcoletti si è da poco laureata (complimenti!!!) con una tesi dal titolo: Blog e Tumblr, progetto di ricerca sui nuovi linguaggi e prospettive di comunicazione del web, che ha reso disponibile e completamente scaricabile sul suo blog. Trovo l’argomento della tesi molto interessante e poi, come dice Vincenzo, pubblicare interamente online l’elaborato è una scelta encomiabile. In linea con l’ideale della condivisione in pieno web2.0! Brava Anna!
Continua a leggere

Seminario FERPI sul management degli Eventi (Roma)



gatool2

Riporto il testo della news dal sito FERPI che molti avranno già letto, ma che a mio avviso è molto interessante. Si tratta del seminario di aggiornamento professionale sul management degli eventi!
Continua a leggere

Il glossario della comunicazione e le guide di Dada.net

Sulle pagine di Dada.net ho trovato una sorta di Bignami della comunicazione d’impresa a cura di Lara Motta (nella foto), direttrice della rivista Marketing Honors.

Vi linko le voci più interessanti e utili della guida:

Continua a leggere

Un tesoro (della conoscenza) tutto da scoprire

Treasure map. 365 Days, day 262.

Articoli, sitografie, bibliografie, riassunti e tesi di laurea… Il sito della FERPI, nella sezione Archivio conoscenze, offre una serie di materiali e link molto utili per gli interessati alla materia.

Continua a leggere