“Energia per cambiare”

“Energia per cambiare: guardare all’energia per ricreare condizioni più favorevoli di sviluppo economico e sociale e per affrontare in modo diverso le sfide che tutti abbiamo di fronte in campo ambientale”.

E’ questo il tema della terza edizione della manifestazione nazionale “Energia spiegata. Festival dell’Energia” che si terrà a Lecce dal 20 al 23 maggio 2010.

Una recente ricerca realizzata da GfK Eurisko dal titolo “Italiani e la Green Economy. Timori, comportamenti e attese” mette in evidenza l’attenzione crescente da parte dei consumatori italiani nei confronti dei prodotti ecocompatibili e di una loro comunicazione “sostenibile”.

Due considerazioni:

  • cresce la sensibilità nei confronti di tematiche ambientali da parte sia delle imprese sia dei consumatori. Dai dati emerge che la “questione ambientale” genera preoccupazione al pari di altri temi rilevanti come disoccupazione e crisi economica.
  • i consumatori mostrano un certo grado di insoddisfazione nei confronti della quantità e della qualità delle informazioni che ricevono.

Per chi si occupa di comunicazione e, nel nostro caso specifico, per gli studenti che hanno deciso di intraprendere un percorso di studi nell’ambito delle relazioni pubbliche e della comunicazione, i temi dell’ambiente e del contributo che la comunicazione può dare alle gestione di tematiche ambientali diventano di grande rilevanza e devono a mio parere essere inseriti in agenda nell’elenco delle “opportunità”.

Così come vale la pena di inserire in agenda l’appuntamento con il Festival dell’Energia.

L’evento prevede oltre 50 appuntamenti in quattro giorni. Sono due i percorsi possibili: “per conoscere”, (evento di inaugurazione e tavole rotonde) e “per approfondire” (talk show, presentazioni di libri, incontri con esperti e protagonisti dell’economia e dell’imprenditoria).

I temi variano: nucleare, consenso, fonti rinnovabili, efficienza energetica, mobilità sostenibile, green economy.

Segnalo inoltre che il Festival dell’Energia si inserisce all’interno del progetto “Rete dei Festival aperti ai giovani”: un’iniziativa promossa da ANCI, l’associazione nazionale dei comuni italiani, e sostenuta dal Ministero della Gioventù. Il progetto coinvolge 17 dei migliori festival italiani, selezionati per la qualità e l’impegno nella formazione giovanile. Verrà realizzato da ANCI un sito web in cui saranno pubblicati i contributi e le produzioni artistiche dei giovani coinvolti nei singoli festival. Anche durante il Festival dell’Energia le attività rivolte ai giovani saranno numerose: momenti di interazione e di intrattenimento, momenti di approfondimento e di ricerca.

Per i giovani studenti universitari sono inoltre previste delle convenzioni “speciali” con le strutture ricettive del territorio.

Ho come l’impressione che l’energia non sarà solo “spiegata” a parole…

Annunci

Un commento su ““Energia per cambiare”

  1. Pingback: Energia per cambiare: il festival energia e i dati di GfK Eurisko : www.italoblog.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...