Internet è libertà, perché difendere la rete

Un convegno a Montecitorio affronta il tema della libertà di Internet e come sia un diritto e un dovere per tutti difenderla. Un evento interessante soprattutto alla luce del caso Google.

Internet è libertà, perché dobbiamo difendere la rete: questo il titolo del convegno che si terrà giovedì 11 marzo alle ore 15, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio.
Dopo i recenti, infuocati sviluppi del caso Google-Vivi Down in Italia, questo evento sarà interessante per seguire il dibattito che ne seguirà, dopo l’approvazione del “decreto Romani”, al centro di polemiche per aver equiparato Rete e tradizionali editori broadcast nelle norme di pubblicazione di contenuti audiovisivi.
Telecom, Wired Italia e gli altri partner del consorzio Capitale Digitale organizzano l’evento in collaborazione con Creative Commons e Nexa, il centro d’eccellenza che in Italia si occupa del rapporto Internet-Società.
I lavori saranno aperti da un intervento del Presidente della Camera, Gianfranco Fini. Seguirà la Lectio magistralis su Il web e la trasparenza tra ideali e realtà di Lawrence Lessig dell’Università di Harvard, fondatore dell’organizzazione internazionale Creative Commons e Direttore del Center for Ethics, uno dei pensatori contemporanei più innovativi sul versante di Internet e di come valori, pratiche e procedure delle società democratiche siano da esso profondamente influenzate. Famoso è il suo ultimo provocatorio pamphlet Against transparency, da cui Lessig partirà per la sua lectio magistralis italiana.
Successivamente, interverranno Franco Bernabè, Amministratore delegato di Telecom Italia, Umberto Croppi, Assessore alle Politiche culturali e della comunicazione del Comune di Roma, Fiorello Cortiana, Responsabile Innovazione della Provincia di Milano, Juan Carlos De Martin, Responsabile Creative Commons Italia, Paolo Gentiloni, Deputato del Partito Democratico, Stefano Quintarelli, Presidente di Reeplay, Paolo Romani, Viceministro allo Sviluppo economico. Moderatore sarà Riccardo Luna, Direttore di Wired.
PROGRAMMA LAVORI
Saluto e introduzione: Gianfranco Fini
Modera e conduce: Riccardo Luna Direttore di Wired
Partecipano al dibattito:
· Franco Bernabè
· Umberto Croppi
· Fiorello Cortiana
· Juan Carlos De Martin
· Paolo Gentiloni
· Stefano Quintarelli
· Paolo Romani
Per iscriversi, confermare la partecipazione all’evento su Facebook ed inviare una mail indicando nome e cognome a: capitaledigitale@telecomitalia.it.
L’evento sarà trasmesso anche in diretta sulla web tv di Montecitorio e all’indirizzo http://capitaledigitale.webcasting.it.

(di Giovanni Ugo Patanè)

Mi sembra utile e interessante postare sul blog questo articolo di Giovanni Ugo Patanè perchè oggi più che mai internet è uno snodo cruciale del dibattito sociale e politico e come rappresentanti della nuova generazione di operatori della comunicazione dovremmo partecipare attivamente alla difesa dei nostri diritti fondamentali di espressione e opinione attraverso un mezzo fondamentale come la Rete. Invito tutti a partecipare e a dire la propria su questo argomento più che mai attuale.

Annunci

Un commento su “Internet è libertà, perché difendere la rete

  1. Pingback: Notizie dai blog su Internet è libertà: l’estremismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...