La reputazione online passa per i motori di ricerca

Immagine

Spulciando le statistiche del nostro blog,ho trovato dei dati interessanti riferite alle chiavi di ricerca utilizzate per arrivare al blog.

Luca Fantin 116 volte

Giancarlo Camoirano 67

Camoirano Giancarlo 101 –> 168 in totale ricercando il mio nome e cognome.

A parte che ho battuto il nostro coordinatore in termini di notorietà :-p, è lecito chiedersi: chi ci ha cercato? cosa voleva trovare? abbiamo fatto una buona impressione?

Può essere stata la mamma desiderosa di sapere cosa Google dice del figlio, posso essere stato io per curiosità, ma anche aziende, agenzie e professori possono aver fatto la stessa cosa e di fronte ai risultati possono aver avuto un’opinione di me positiva o negativa.

Alla chiave di ricerca del mio nome e cognome,esce come primo risultato uni>ferpi,  poi il mio blog universitario, altri articoli scritti da me..insomma fa notare la mia presenza in rete, senza particolari effetti negativi, anzi si può pensare che possa masticare abbastanza del mondo virtuale.

Altri casi possono invece essere dannosi, presentare informazioni che non vorremmo che aziende o altri interlocutori ne venissero a conoscescenza..

Una prima impressione è anche online, quindi dobbiamo stare attenti a curare la nostra presenza nella Rete, in modo da dare la corretta opinione di noi..

Voi avete delle informazioni che compaiono e non vorreste che ci fossero? o avete visto risultati di aziende che prima di informazioni positive ne hanno di negative?

Annunci

2 commenti su “La reputazione online passa per i motori di ricerca

  1. periodicamente io scrivo “luca Fantin” in google e noto con piacere che la battaglia tra me e il mio omonimo imprenditore settore immobili è sempre viva. 😀

    Apparire online è importante quanto l’offline a mio modesto parere: certo che l’uno deve integrare l’altro ma non bisogna fare una sorta di guerra punica.

    Io sono la stessa persona sia fuori che dentro la rete: le tracce presenti difatti mostrano la mia attitudine allo sport quanto al divertimento, ai viaggi, alla dedizione per lo studio e al lavoro …
    ogni persona ha questi aspetti e non trovo giusto mostrare l’uno o l’altro al fine di mostrarci alla rete per quel che vogliamo essere.

    Io mostro alla rete quel che sono.

    Piuttosto posso differenziare l’uno e l’altro aspetto attraverso strumenti diversi oppure far risaltare uno di questi.
    Esempio: su linkedin/viadeo/prItalia sarà presente più quello professionale; su flickr quello ludico e via dicendo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...