Web 2.0: sento già puzza di vecchio

Nel marketing una strategia di attacco viene nominata d’imitazione quando l’impresa cerca appunto di imitare il leader in quel mercato per strappare fette inferiori senza ottenere dure reazioni da quest’ultimo.

Mi piace spesso utilizzare questo stesso concetto in più ambiti sia che possa trattare di Comunicazione che di vita reale: ottenere benevolenza del gruppo attraverso imitazione del leader senza volerlo spodestare dal suo status era la mia tecnica adoloscenziale preferita!

Nella politica, con la consacrazione del web specie nelle ultime elezioni americane, sembra che tale strategia vada per la maggiore specie nell’utilizzo del web da parte dei candidati.

Un esempio concreto me lo illustra l’ultimo post di Spindoc: la poltrona da sindaco della città di Bari è contesa dall’attuale Michele Emiliano e dal candidato PDL Simeone di Cagno Abbrescia.

Nello scontro vengono utilizzati blog, youtube, facebook…

Comprendo che questa nuova frontiera sia tutta da delineare e quindi molto appetibile anche in termini di business specie per le agenzie di RP: paletti vengono posizionati da tutti e le strategie migliori si discutono giorno dopo giorno nei vari corsi aziendali, barcamp, roadshow…

Ho però una brutta sensazione: personalmente sento già profumo di vecchio!

Non voglio peccare di arroganza o criticare coloro che dedicano anima e corpo nello studio di questi strumenti però negli ultimi giorni sono polemico in tutto (chiedo scusa a chi mi deve sopportare ultimamente) e quindi perchè non sparare a zero pure su questo? 😉

Voi cosa ne pensate?
Devo smetterla con queste paranoie e vivere più sereno?

ps. Chiedo scusa anche a tutti coloro che utilizzano ancora Brillantina Linetti 😀

Annunci

4 commenti su “Web 2.0: sento già puzza di vecchio

  1. Non so quanti ancora utilizzino Brillantina Linetti, ma sicuramente sono altrettanto poche le organizzazioni (politiche e non) che si servono dei social media come strumento di rp. A me personalmente pare che siamo appena all’inizio e ben lontani dallo sentire puzza di vecchio. Piuttosto credo sia venuto il momento di fare un salto di qualità e, passata l’euforia per i gadget social-tecnologici, cominciare a riempire questi strumenti di contenuti.

  2. Mmm direi che di vecchio c’è il messaggio veicolato, quindi le agenzie di RP hanno solo un difetto: massimizzano il profitto, spacciando per “ringiovanente” il nuovo mezzo, mentre dovrebbero lavorare molto molto a fondo per ringiovanire il messaggio… Questo è un modo molto vecchio di ragionare/lavorare, e porta solo svantaggi a chi sul lungo termine non lavora seriamente. Modesta opinione di uno che sul web ci scrive, e niente più, quindi insomma… Vedi tu 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...