Vittoria di Obama: questione d’immagine?

In questi giorni mi sono impegnato ad osservare: seduto sulla mia poltroncina rossa numerata, mi sono dotato di pop-corn e ho osservato i movimenti pre-elettorali.

Tanto per citarne alcuni (e che mi vengono più facilmente in mente) ho trovato interessante lo scambio di opinioni avvenuto su FB, le iniziative 2.0, la sempre attenta analisi di sfera pubblica sulle parole e video chiave della campagna alla casa bianca, l’analisi dello spot di Obama, le impressioni della figlia di MCCain direttamente dal suo blog etc.

Non voglio tralasciare le discussioni avvenute in famiglia, con amici e conoscenti in tutte le modalità possibili (online/offline).

A mio avviso la comunicazione è stata determinante per la vittoria.

Avete notato come Obama premesse in continuazione sull’appartenenza dell’avversario allo stesso partito dell’amministrazione Bush?
Ogni momento era buono per ricordare che MCCain e Bush erano in groppa a quello stesso elefantino a stelle e strisce!

Personalmente valutavo positivamente anche l’ascesa alla Casa Bianca dello sconfitto: il piano elettorale si discostava (pur tenendo fede ai valori di partito base) dalle precedenti attività repubblicane quindi un cambiamento sarebbe avvenuto in ogni caso.

Ricordate l’ultimo dibattito televisivo che evidenzia questo aspetto?
Ve lo ripropongo in 12 veloci secondi:

C’era il desiderio di un cambiamento e questo è stato servito da subito spingendo su un presidente giovane, di colore, democratico: ogni strumento premeva su questo aspetto (utilizzo maggiore del web in primis).

Ha vinto la comunicazione che meglio mostrava un’immagine innovativa in tutte le sue forme, non trovate?

Annunci

2 commenti su “Vittoria di Obama: questione d’immagine?

  1. buoni contenuti made in usa, ma soprattutto ottima comunicazione! obama ha trasmesso molte speranze e idee positive per il futuro, con le parole giuste e l’atteggiamento piu’ persusivo possibile. e’ innanzitutto questa capacita’ comunicativa a fare la differenza: un presidente giovane, presente su facebook, che crede nella democrazia anche digitale rappresenta gia’ una grossa novita’ nel panorama politico a cui siamo abituati, dove i politici non sanno nemmeno come si apre una posta elettorica. Ma qualcosa si muove anche da noi! per esempio, ho scoperto un servizio utile per imparare a dire le cose nel modo giusto, la “Palestra di Parlare”. comunicando in modo efficace si puo’ cambiare concretamente la realta’, perche’ la gente si convince che puo’ farlo. e in questo Barack e’ un maestro. obama e’ il presidente della parola, e lo dimostrera’ nei fatti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...