Milano – Expo 2015

Vittoria!
Lo dicono anche loro nella foto. Ecco che l’Italia si unisce, come per i mondiali di calcio.

L’Expo 2015 si terrà a Milano.
Cibo, nutrizione, energia.
Ecco il tema, ecco l’offerta.

Ma anche economia, denaro, comunicazione, flusso di capitali e di persone, comunicazione, dinamismo, infrastrutture, comunicazione, scambi culturali, ristrutturazioni, comunicazione, innovazione, grandi opere, comunicazione.

Mi sono dimenticata qualcosa?
Ah, sì, la comunicazione!

Cosa altro ci poterà, in questa ventata di entusiasmo e di ottimismo, l’Expo 2015? Cosa ne pensate?
Ma soprattutto, noi che ci ritroveremo nel bel mezzo di questo fervore, che ruolo avremo?
Cosa significherà questo grande evento per la professione e per noi, professionisti in erba?

Annunci

6 commenti su “Milano – Expo 2015

  1. Al mio corso di specialistica continuano a presentarci l’evento come una fonte inaudita di possibilità per noi studenti. E probabilmente hanno ragione. Noi comunicatori del domani (entro il 2015 almeno spero già di trovare lavoro) saremmo sicuramente coinvolti. So che già sono previsti dei finanziamenti nell’ambito della ricerca sul consumo alimentare e sulla moda. Come dice Luca, le agenzie, le istituzioni stesse, le aziende che si ritrovano ad operare in terra lombarda avranno bisogno di personale, ma spero non semplice personale esecutivo. Mi piace immaginare di poter dare un contributo strategico, anche nel mio piccolo.:-)

  2. Segnalo la discussione “Milano Expo 2015: Cittadini condannati alla protesta o coinvolti nelle proposte?” ( http://www.partecipami.it/?q=node/4297 ) avviata il 2 aprile nel “Forum permanente sulla città” di partecipaMi con questo post:
    ————————————

    Prima di Pasqua leggevo questo ( http://tinyurl.com/yt8mkf ) articolo del Corriere della Sera sull’Expo.
    E condivido con l’autore che questo Expo porterà dei cambiamenti giganti nella città (a livello di strutture, a livello economico, a livello sociale, ecc). Ma Garzonio dice anche: “E v’è da creare una cultura dello sviluppo che, senza demonizzare mercato e produttività, metta al centro l’ uomo e la vivibilità”. E su questi temi si sono focalizzati numerosi commenti post “vittoria”.

    Viene da chiedermi: l’evento Expo non potrebbe essere un momento per ripensare la sostenibilità della città?
    E ancora: dove, a che livello, e in che modo è sostenibile coinvolgere i cittadini nelle scelte di questo Expo? sostenibile per la città, per i cittadini, ma soprattutto per i suoi rappresentanti.

    — fiorella
    ————————————

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...