Zooppa e BootB, i social network dei creativi pubblicitari

Il web 2.0 ha liberalizzato anche il mercato della creatività: la buona idea di un ragazzino congolese può avere la stessa visibilità della proposta di un’agenzia newyorkese. Tutto questo grazie a Zooppa e BootB.

Entrambi i siti pubblicano i brief di aziende che richiedono proposte di advertising. Finora si sono prestate al gioco multinazionali di diversi settori, desiderose di sperimentare questa alternativa alle agenzie pubblicitarie che, certamente, non saranno state felici della novità.

Zooppa si presenta come un vero e proprio social network dei creativi, dato che a scegliere l’idea migliore sono gli utenti stessi, attraverso il voto. Inoltre, viene incoraggiata la collaborazione tra gli users, con un premio bonus per le idee vincenti ispirate ad altre proposte in gara. Il premio è espresso in Zooppa Dollars, convertibili in dollari secondo alcune regole. Se le aziende che sponsorizzano i contest vogliono utilizzare i materiali postati sul sito come campagne pubblicitarie, Zooppa fa da intermediario tra gli autori dei contenuti e le aziende stesse.

BootB, invece, è più un marketplace della creatività. Effettivamente si tratta di un network poco social rispetto a Zooppa. Le proposte creative non sono votate dagli utenti, ma scelte dall’azienda e destinate sempre a diventare advertising ufficiale. Per ogni brief è indicato il budget stanziato dall’azienda, che verrà pagato per il 90% all’autore dell’idea scelta, mentre il restante 10% andrà a BootB. Lo stesso sito ha proposto un brief per la sua promozione, stanziando un budget di 90.000 $. La gara è ancora aperta!

Come reagirà a tutto ciò il mercato dell’advertising?

Annunci

3 commenti su “Zooppa e BootB, i social network dei creativi pubblicitari

  1. La domanda finale, posta in maniera più esplicita, è:

    SARA’ LA FINE PER LE AGENZIE PUBBLICITARIE?

    Certamente è la fine del loro monopolio sul mercato della creatività. Tuttavia sono certo che le multinazionali che hanno pubblicato i brief su zooppa e bootb hanno solo voglia di sperimentare, ma difficilmente sostituiranno i loro pubblicitari di fiducia. Questi siti sono fonti di creatività, ma il servizio di un’agenzia comprende molto altro. Le agenzie dovrebbero accettare questi nuovi fenomeni e utilizzarli saggiamente per avere nuovi spunti creativi.

  2. Un ringraziamento dallo staff di Zooppa per il post che ci avete dedicato!
    Siamo felici che Zooppa venga apprezzata all’interno del Web 2.0 come nuovo scenario per i creativi pubblicitari e non. Il nostro progetto nasce dall’idea di offrire uno spazio per la pubblicità realizzata attraverso contenuti generati dagli utenti stessi, creando nuove strade da percorrere per l’advertising, soprattutto on line.
    Zooppa.com è impegnata ad instaurare e costruire un dialogo tanto con i suoi utenti quanto con le aziende, cercando di capirne le esigenze e costruendo un rapporto proficuo per entrambe le parti. Lo dimostrano il costante feedback della community sulle funzionalità dell’interfaccia ed il nuovo sito, lanciato da pochi giorni, Zooppa ADV, una sorta concessionaria in cui le aziende trovano tutte le informazioni utili a capire le potenzialità di una campagna pubblicitaria user generated.
    Speriamo di avervi dato una risposta esaustiva, per quanto riguarda il nostro punto di vista sul mercato dell’advertising, e speriamo anche che questo generi uno scambio di idee, soprattutto in un blog come il vostro, costituito da menti creative giovani e fresche.

    Ciao

    Zooppa Staff

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...