Comunicazione (?) Governativa

alcol
alcol

Come noto la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha da tempo avviato un servizio di newsletter per dare comunicazione, a chi ne fa richiesta, tramite il portale http://www.governo.it per ottenere news relativamente alle attività del Governo.

Ho avuto modo di esaminare attentamente (per attività di comunicazione di un NGO) una news relativamente ad una guida (Abuso di Alcol: guide per genitori e ragazzi) redatta dai medici dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma e “sponsorizzata” dal Ministero della Salute nell’ambito del “Piano nazionale alcol“. Trattasi di due opuscoli destinati ai genitori ed ai ragazzi. L’obiettivo del Piano è “… quello di ridurre i consumi e prevenire i danni correlati all’abuso di alcol, soprattutto per giovani, donne e anziani… “.

Interessato dall’argomento (per la NGO di cui sopra) sono andato “avidamente” ad aprire i file contenenti gli opuscoli. Se, a questo punto del testo, non lo avete già fatto forse sarebbe il caso di visionarli.

La cosa che più mi ha stupito è stato l’opuscolo destinato (almeno così si evince) ai ragazzi. Ovvero non è assolutamente diverso da quello destinato ai genitori (che certamente potrebbero avere più interesse nel leggere tale documento).

Le domande che mi sono quindi immediatamente posto sono state:

Può questo documento attirare l’attenzione di un 14nne sui problemi legati all’alcool?
C’è per il 14nne o 16nne un interesse preminente a conoscere le sanzioni previste dal codice della strada?
Perchè un 14nne dovrebbe preoccuparsi della Sindrome da Dipendenza?

Sono, ovvimente domande retoriche perchè, a mio avviso, pur essendo un documento con elementi interessanti dal punto di vista scientifico non forniscono l’informazione necessaria al gruppo per il quale l’opuscolo è destinato. Nè dal lato dei genitori : quanti sono i genitori che sono in grado non solo di accettare “…che l’abuso di alcol può essere la spia di condizioni psicopatologiche sottostanti… ” e che il proprio figlio ne sia affetto? Nè dal lato dei ragazzi perchè cerco di immaginarmi un 14nne che riceve in mano questo documento… quanto interesse mi può suscitare un problema che non mi pongo?

E molto altro ancora si potrebbe aggiungere…

Ma la domanda principale è, come mai un progetto per il quale il Governo ha stanziato 4,5 milioni di € fra il 2007-2009 produce materiale di questa qualità informativa (non scientifica)?

Ermanno

Annunci

2 commenti su “Comunicazione (?) Governativa

  1. Per la P.A. la comunicazione è vista più come una rogna da affrontare che come un’opportunità.

    Non ricordo quanti milioni di euro furono stanziati per costruire il sito italia.it….si potevano ottenere risultati migliori con molto meno.

  2. in effetti la P.A. non riesce a gestire la comunicazione pur avendo a disposizione diversi mezzi che il privato non ha… però a mio avviso la comunicazione è vista come una rogna per tre ragioni:
    1) non si sa bene come gestirla (conoscenza)

    2) conflitto di interessi fra vari settori della P.A che sono coinvolti nel processo di creazione della comunicazione (competenze)

    3) mancanza di diffusione della conoscenza (integrazione)

    Non voglio dire che non se ne parli (vedere COM.PA.) ma come sempre il tutto deve misurarsi con le problematiche gestionali e procedurali anchilosate della struttura pubblica (italiana…).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...