Elezioni USA 2008. Marketing elettorale in 10 righe.

usa2008La Hagakure è una società italiana specializzata in internet PR, che da un anno osserva l’uso del web da parte dei candidati alle elezioni presidenziali statunitensi del 2008.

Dopo aver monitorato l’utilizzo di blog, social networks e newsletters, l’agenzia milanese ha riassunto in 10 consigli le tecniche e gli strumenti di marketing elettorale usati dagli aspiranti inquilini della casa bianca.

Li vediamo di seguito:

  1. Aprite un blog come strumento di dialogo con gli elettori.
  2. Usate i video.
  3. Sfruttate tutte le piattaforme disponibili.
  4. Comprendete e utilizzate il potere dei Social Network.
  5. Usate un linguaggio semplice.
  6. Createvi uno staff per il Web.
  7. Innovate.
  8. Siate Cross-Mediali. Ad esempio pubblicate su youtube un’intervista al TG.
  9. Siate coinvolgenti.
  10. Sperimentate.

Mentre i repubblicani sono conservatori nel programma come nelle modalità di propaganda, i democratici sono indiscutibilmente innovativi e vicini al popolo della rete.

Hillary Clinton ha pubblicato un video in cui, assieme a Bill, fa la parodia dell’ultima puntata del celeberrimo show televisivo “Sopranos”. Inoltre ha invitato i suoi sostenitori a inviare dei video in cui spiegano perchè voteranno per lei.

Barack Obama usa il suo sito per far scrivere dagli elettori ai giornali. Nel frattempo una ragazza, che si è autonominata Obama Girl, ha lanciato su youtube un divertente video dal titolo “I got a crush on Obama” (“Mi sono innamorata di Obama”) che le ha portato fama ma, al tempo stesso, ha accresciuto la popolarità del suo amato.

Stiamo a vedere se il partito democratico italiano saprà eguagliare la creatività dei colleghi d’oltremare. Anche se l’attuale governo rappresenta persino secondo i suoi elettori “l’anticomunicazione”, sono certo che Walter Veltroni non sarà meno innovativo del suo amico Barack Obama.

Annunci

9 commenti su “Elezioni USA 2008. Marketing elettorale in 10 righe.

  1. A questa domanda chiamo a rispondere la coordinatrice nazionale di Uni>FERPI, Grazia Murtarelli, che puoi trovare anche nei ConTatti… Il disclaimer in alto a dx spiega un po’ lo spirito di questo blog. Siamo studenti membri della sezione studenti della FERPI. Basta, non aggiungo altro!

    Marco, uno dei membri del direttivo Uni>FERPI

  2. Ciao Marco,
    Ferpi non ha un ruolo ben preciso in questo blog. Ci muoviamo con molta autonomia e, soprattutto, ci autogestiamo in tutto e per tutto. Siamo noi che scegliamo i contenuti, la mission, lo spirito del blog e ci occupiamo della gestione tecnica (alcuni di noi!!). Diciamo che Ferpi è la nostra bandiera ma il blog è del tutto autonomo.

    Colgo l’occasione per complimentarmi per l’osservatorio USA 2008, davvero interessante.
    Sono certo che questo blog continuerà a parlare dei vostri studi.

    Sarebbe particolarmente interessante un osservatorio italiano, specie in questo periodo in cui nascono nuovi partiti in entrambi gli schieramenti. Esiste già un sito che se ne occupa http://www.politicinrete.splinder.com/

  3. E’ una bella domanda, grazie Marco per averla fatta!

    L’idea del blog ci è venuta l’anno scorso… L’intento iniziale, che tutt’ora ci proponiamo di raggiungere, era ed è quello di dare voce agli studenti, ai ragazzi che come noi vivono il mondo di questa professione da un punto di vista diverso, “universitario”.
    In altri termini vogliamo offrirci uno spazio dove scrivere le nostre opinioni, riportare eventi o riassumere iniziative e contenuti affrontati in altre sedi. Avevamo voglia di creare un “habitat” in cui condividere le nostre esperienze.

    Il bello della nostra associazione è che raccoglie al suo interno studenti provenienti da varie università, che seguono i corsi di Relazioni Pubbliche e Scienze della Comunicazione.

    Il blog nasce con l’intento di svegliare un po’ le coscienze, “di uscire dall’anonimato di semplici studenti”. Ecco il perchè di uno spazio on line dove il confronto e il dialogo vengono messi al primo posto.

    La sua gestione è affidata interamente ad alcuni membri del Comitato Direttivo di Uni>FERPI.
    I post sono scritti dagli studenti registrati e che hanno dato la loro disponibilità a partecipare costantemente all’attività di produzione dei contenuti.

    Qual è il ruolo della FERPI in tutto questo?

    Beh, direi essenziale, di guida. Come ha ben sottolineato Marco, Uni>FERPI è la Sezione Studenti della FERPI.

    Nella fase di pianificazione del blog abbiamo cercato la piena collaborazione della Direzione FERPI e insieme abbiamo valutato il modo più coerente di gestire questo spazio, anche per non entrare in contrasto con la sezione a noi dedicata del sito della FERPI e con le sue finalità (http://www.ferpi.it/navigate.asp?ID=39896). La sezione ha un carattere più istituzionale. Quello del nostro blog è di gran lunga informale, immediato e interattivo.

    Nella seconda fase, che è quella di gestione attuale del blog, abbiamo mantenuto la nostra autonomia. Questo non significa, però, che la FERPI scompare improvvisamente.
    La Direzione FERPI non interviene nella scelta dei contenuti o di quanto espresso. I senior professionisti ci offrono, però, la loro esperienza e il loro costante supporto nel caso in cui abbiamo bisogno di consigli e di aiuto.

    Ad esempio, spesso il nostro livello di conoscenza di alcuni contenuti del mondo delle relazioni pubbliche non è del tutto approfondito. I professionisti FERPI possono allora intervenire, scrivendo commenti, per darci una delucidazione su alcuni argomenti poco chiari.
    Il ruolo di FERPI, in questo senso, credo sia di garanzia per il nostro lavoro.

    Spero di essere riuscita a soddisfare la tua curiosità e chiedo scusa per l’eccesiva lunghezza del commento!

    Se magari hai qualche altro dubbio o domanda, fai pure!!!
    Siamo a tua completa disposizione!

  4. @Paolo
    Sì infatti il mondo della politica e della rete è affascinante e senza fine. Comunque a breve avremo una novità dove non mi dispiacerebbe coinvolgervi, restiamo in contatto.

  5. Because of you search after of this blog. That’s all I can say. You most aid beget made this blog into something thats gawp outfit and important. You unmistakably nab notice of so much involving the begetter, youve covered so heterogeneous bases. Arrant accoutrements from this intimation at of the internet. Again, because of you in maliciousness of this blog.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...