L’evoluzione della specie (associativa)

evolution

Molti già lo fanno da tempo, ma per noi è una novità e costituisce un modo diverso di fare associazione. Perché si sfrutta al meglio una risorsa che è facilmente disponibile per i membri e soprattutto che costa poco. Sto parlando alle riunioni online (via skype) che il comitato direttivo Uni>FERPI, in seguito alla prima riunione di Roma, ha svolto già in due occasioni.

All’occhio di un blogger professionista o di un saggio geek potrà sembrare una banalità, per altri sarà la scoperta dell’acqua calda, ma per noi del direttivo Uni>FERPI è una cosa innovativa, un’evoluzione da non sottovalutare o da non dare per scontata. Ci permette di lavorare in modo facile, veloce, economico e anche coinvolgente. Basta avere la consapevolezza che internet racchiude le potenzialità e i mezzi da usare (con criterio e coscienza) e che il valore del contatto umano e le relazioni interpersonali sono e rimangono insostituibili.

Questo post quindi vuole essere una riflessione in un’ottica associativa sul come la tecnologia possa migliorare e potenziare quello che già si possiede, ossia le relazioni interpersonali tra i membri dell’associazione (il direttivo in questo caso).

Non è mio intento elogiare le virtù della rete e non voglio nemmeno dire che la chat o l’IM possa sostituire il contatto umano – rimandiamo il dibattito altrove se volete -. Mi limito a constatare il fatto che la tecnologia oggi ci permette di fare un sacco di cose che un tempo erano impensabili. In questo caso, le riunioni in teleconferenza o video-conferenza (a quest’ultima soluzione non ci siamo ancora arrivati, ma chissà, fra qualche tempo, magari) a costi pressoché nulli (grazie a Skype).

Premessa: pensiamo al fatto che Uni>FERPI riunisce studenti provenienti da tutta Italia. In quanto tali (per definizione squattrinati), il costo di uno spostamento via treno, aereo, auto, ecc, per recarsi a un incontro anche solo di un paio d’ore potrebbe diventare molto oneroso. Inoltre, essendo la nostra un’associazione, diverrebbe ancora più difficile pensare ai rimborsi spese di trasferta per tutti.

Quindi potrete comprendere facilmente il perché la scelta di fare delle “riunioni online” (che sono riservate ai soli membri del comitato direttivo, ma i resoconti sono disponibili ai soci che fanno richiesta alla nostra mitica coordinatrice) sia ottima. Ottima+soluzione = ottimizzazione delle risorse disponibili.

Questo non significa che tutte le riunioni verranno d’ora in poi svolte in questo modo, ma potrebbero avvenire più spesso anche riunioni estese ad altri soci o a tutti gli interessati che vogliono discutere di un certo argomento. In questo potrebbero venirci incontro le Skypecast (fatevi sentire a riguardo, cosa ne dite?). Abbiamo anche già sperimentato con successo i collegamenti telefonici via Skype in occasioni come il Roadshow dello scorso febbraio a Gorizia.

Per la nostra associazione questa innovazione evolutiva permette un miglioramento in termini di comunicazione interna:

  1. Rinsaldare i rapporti già stabiliti di persona con i vari membri del comitato direttivo;
  2. Monitorare il lavoro e le attività dei singoli membri;
  3. Essere aggiornati su quello che fanno gli altri;
  4. Aumentare l’affiatamento del gruppo, già fortunatamente alto;
  5. Prendere decisioni in tempo reale e con regole ben precise riconosciute e accettate da tutti i membri del comitato.

Per il momento mi fermo qui nell’elencare i vantaggi e in un altro post analizzerò gli svantaggi di questo genere di riunioni. Anche perché credo che sareste voi più capaci di me nell’individuarne i limiti.

A tale proposito vorrei richiamare qui le parole di Grazia che, nel “Chi siamo” di questo sito, riassumono bene il nostro modo di concepire l’associazione:

Siamo i primi a scommettere sull’importanza delle relazioni, sulla necessità del conoscere l’altro per poter seguire un percorso di crescita e di arricchimento. Vogliamo iniziare a vivere la professione, sfruttare tutte le possibilità che il mondo ci offre […] [per] comprendere meglio il mondo dei professionisti.

Anche questi mezzi tecnologici sono una possibilità che il mondo ci offre per fare associazione in modo diverso, in modo più coinvolgente e attivo.

Concludendo, richiamo il concetto di “evoluzione della specie” associativa, titolo di questo post. C’è anche un’evoluzione nel modo di concepire l’associazione perché al giorno d’oggi non si può pensare solo a quello che essa dà agli iscritti, ma anche e soprattutto a quello che i singoli iscritti possono dare all’associazione. Le potenzialità di ciascuno possono essere esaltate all’interno dell’associazione, nel lavoro fianco a fianco con altre persone, altri studenti che condividono interessi e prospettive. Così si innova, così si rinnova, così ci si evolve.

Cosa ne dite?

Annunci

3 commenti su “L’evoluzione della specie (associativa)

  1. Parli bene Marco nel definire la nostra realtà come un’evoluzione di specie (associativa).
    I rapporti interpersonali non si sostituiscono e di fatto rimangono la forma per eccelso!
    Fantasticando sarebbe stupendo trovarsi mensilmente per le riunioni ma finchè le forti determinanti rimangono tempo e soldi vedo con difficoltà una possibile realizzazione. 🙂
    E quindi eccoci qui a sfruttare il web e i suoi servizi.

    Skype: utilizzato nel road show a Gorizia (in presenza di più di 100 studenti e professionisti) per poter dar voce a Grazia quale Coordinatrice Nazionale; nelle riunioni online del Comitato Direttivo (Padova, Gorizia, Milano, Perugia, Bologna, Catania, Roma), del Gruppo internazionale (Padova-Milano-Bruxelles), del gruppo blog (Padova, Gorizia) e delle eventuali improvvisate.

    Skypecast: un punto di domanda per me. Avevamo provato ad utilizzarlo nella prima riunione dello scorso 23 giugno ma senza successo nonostante le prove tecniche avvenute i giorni scorsi tra me e te ricordi? è una versione beta e i problemi che abbiamo avuto hanno evidenziato la fragilità del servizio che però rimane sicuramente mooooolto interessante. Ma proprio per questo per quanto tempo rimarrà gratuito?

    Qualcuno ha in mente altri sistemi?
    EVOLVIAMOCI!!!

  2. Le Skypecast sarebbero una buona cosa se funzionassero bene davvero. Le difficoltà che abbiamo avuto sono dovute al fatto che sono in versione “beta”.

    Mi auguro che Skype pensi a migliorare non soltanto i servizi a chi paga (vedi SkypeIn, SkypeOut, VoiceMail e via dicendo) e a chi usa un sistema operativo Windows. La versione per Mac è molto carente in quanto a possibilità di partecipare a Skypecast e anche a conferenze con più di 10 partecipanti.

    Pensate che per la versione 3.qualcosa di Windows può reggere più di 30 partecipanti.

    Non so quali problemi presenti su piattaforma Linux… Qualcuno di voi ci sa dare una soluzione migliore?

  3. Siamo evoluti!!!!:-)
    O meglio stiamo evolvendo piano piano, segno che si lavora di buona lena!!!
    Ricordo le riunioni del comitato direttivo dell’anno scorso su msn.. ricordo la non esistenza del blog…ricordo momenti di maggiore ‘solitudine associativa’..adesso ci incontriamo su skype, ci confrontiamo sul NOSTRO blog e ci sentiamo continuamente su Msn e per telefono: un grande passo avanti!
    Per quanto riguarda gli interrogativi su possibili altri sistemi, in realtà non sono un’esperta… Ad eccezione di Skype non conosco altre soluzioni, quindi non potrei dare alcun suggerimento a riguardo, pardon! Però concordo pienamente con Marco. L’associazione ne ha tratto vantaggio. Certo i limiti non mancano ed è giusto sottolineare come la comunicazione faccia a faccia sia indispensabile, soprattutto in certe situazioni. E’ facile fraintendersi, e ciò che viene trasmesso a livello di sensazioni fisiche è difficilmente sostituibile. In ogni caso dovremo pure organizzarci se, come ha ben sottolineato Luca, il tempo, i soldi e la distanza non ci aiutano!
    Credo nelle sinergie che la comunicazione online e offline possono offrire. “La tecnologia non elimina gli incontri, ma li incoraggia” (Cesaria, 2001:29).
    Il blog e l’utilizzo di Skype rappresentano punti di partenza, strumenti che servono ad instaurare e mantenere le relazioni, che ci permettono di valutare il nostro operato, che in un modo o nell’altro favoriscono il confronto e il dibattito.
    Speriamo se ne possano accorgere tutti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...